Sport

Lega Pro, pareggi per Trapani e Milazzo

Pallone Lega Pro. Foto Archivio

COMO – TRAPANI 2-2

Un pareggio acciuffato al termine dei cinque minuti di recupero grazie ad un rigore trasformato da Basso salva il Trapani di Roberto Boscaglia che aveva pure cominciato la gara nel migliore dei modi.

I granata buttato alle ortiche un ottimo primo tempo, non concretizzando al massimo le occasioni e subendo il perentorio ritorno nella ripresa di un Como ben organizzato.
I granata sono passati in vantaggio al “Sinigaglia” al 12’ con un tocco ravvicinato di Mancosu che ha messo in rete una corta respinta di Micai su tiro di Abate. Quarto gol in campionato per l’attaccante sardo del Trapani che al 17’ fallisce il possibile raddoppio a tu per tu con Micai. Il Como risponde flebilmente e il Trapani attacca: al 33° viene annullata una rete ad Abate per una dubbia posizione di fuorigioco. Il Trapani fallisce una nuova occasione con Madonia e subisce la beffa alla fine della prima frazione di gioco: batti e ribatti nella metà campo granata, Lusi svirgola un tiro che, deviato da Pagliarulo, si insacca nella porta difesa da Nordi.
Nella ripresa il Trapani, forse sorpreso dal pareggio comasco, non riesce ad incidere in una partita, fino ad ora, largamente dominata. Dopo un buon colpo di testa di Romeo, appena entrato, il Como prende le redini della gara e  trova il vantaggio all’83’ con un colpo di testa imperioso di Donnarumma sugli sviluppi di un corner. Gli ultimi minuti vedono un forcing forsennato degli uomini di Boscaglia che all’86’  colpiscono l’incrocio dei pali con un colpo di testa di D’Aiello su un calcio piazzato. Nordi poi nega il 3-1 e la doppietta personale a Donnarumma e nell’ultimo minuto di recupero l’arbitro concede un penalty al Trapani per atterramento in area di Mancosu. La freddezza di Basso regala un insperato 2-2 . Game over. Pareggio che potrebbe andar stretto al Trapani che, per come è arrivato, tutto sommato può ritenersi anche fortunato.

Il tabellino

TRAPANI: Nordi, Lo Bue (86’ Filippi), Rizzi (87’ Docente), Pagliarulo, D’Aiello, Spinelli, Basso, Caccetta, Abate, Madonia (69’ Romeo), Mancosu. All. Boscaglia.

COMO: Micai, Ambrosini, Marchi, Ardito, Schiavino, Luoni, Cia (85’ Velardi), Giampa’, Donnarumma A., Tremolada (72’ Scialpi), Lisi. All. Paolucci.

ARBITRO: Bindoni (VE)

RETI: Mancosu (TP) 12′, Lisi (CO)42′, Donnarumma (CO) 83’, Basso (r) (TP)95’
NOTE: Ammoniti Basso, Spinelli, Ardito e Scialpi.

 

MILAZZO – VALLE D’AOSTA 1-1

 

Pareggio, non senza rammarico, per il Milazzo di Tudisco contro il Valle D’Aosta di Benito Carbone (ex numero 10 di Inter e Napoli).

La prima frazione di gioco vede i mamertini condurre il gioco ed avere una buona occasione con Urso ma è bravo Frattali in uscita. Alla distanza si vede pure la squadra di Carbone che si rende pericolosa con Kanoute, senegalese classe ’93, e Di Dio trovando però un attento Tesoniero.  Al 35’ l’aitante  Kanoute dopo un rimpallo con Calcagno, procede  verso l’area di rigore da dove trafigge Tesoniero. Il Milazzo accusa il colpo e per poco non subisce la seconda rete da Kanoute che manca una deviazione da pochi passi. Subito prima del fischio dell’arbitro, contatto dubbio in area valdostana per un atterramento di D’Amico. Tutto regolare.

La ripresa segue la falsa riga del primo tempo con Kanoute a fare il bello e il cattivo tempo in area mamertina. La svolta arriva al 60′, quando l’arbitro Gentile di Lodi concede un calcio di rigore per il Milazzo per fallo di Emiliano su D’Amico: lo stesso D’Amico batte e fa 1-1 spiazzando Frattali. Il Milazzo si trasforma e comincia ad attaccare con assiduità: una punizione di Urso, che nè Cartone nè D’Amico riescono a deviare, impensierisce Frattali. Poi è Suriano ad impensierire la difesa valdostana ma si conclude con un niente di fatto. All’85’  Urso commette un’ingenuità commettendo un brutto fallo sul Furno, lanciato in contropiede.Espulso. Milazzo in dieci, entra  Bellich per Cartone. Finale di gara rocambolesco con il Milazzo che resta addirittura in 9 uomini perchè Suriano esce per crampi ma Tudisco aveva già effettuato tre sostituzioni. Milazzo e Valle D’Aosta appaiate a 6 punti.

Il tabellino

MILAZZO (4-4-2): Tesoniero; Gherra (53’ Cartone- 86’ Bellich), Pepe, Strumbo, Salustri; Urso, Simonetti (68’ Campanaro), Cuomo, Calcagno; D’Amico, Suriano.

VALLEE D’AOSTE (3-5-2): Frattali; Benedetto, Di Dio (68’ Cuneaz), Emiliano; Jidayi, Amato, Aracri (77’ Raimondo), Nocciola, Furno (91’ Sbravati); Sinato, Kanoute.

MARCATORI: 35’ Kanoute (VDA), 61’ rig. D’Amico (M).

Arbitro: Gentile di Lodi

NOTE: Espulso: Urso (M)  Ammonito: Benedetto (V).

Simone Giuffrida
Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.