Sport

Lega Pro: il Trapani vince, il Milazzo pareggia

Foto internet

TRAPANI – TREVISO 3-2

Emozionante giornata di campionato per le due squadre siciliane impegnate nel campionato di Lega Pro.
Il Trapani sfata il tabù interno tornando a vincere al Provinciale di Erice dopo quasi cinque mesi: la squadra di Boscaglia batte il Treviso per 3-2 e cerca la risalita in campionato.

Il Trapani parte con l’acceleratore e trova la rete del vantaggio al 9′ con Spinelli abile a ribadire in rete una respinta del portiere avversario. La partita è scoppiettante e il Treviso,cinque minuti dopo, trova il pari con Piconi con una rasoiata. Il Trapani spinge e al 31′ trova il vantaggio con Madonia su rigore (fallo su Mancosu). Nei due minuti finali accade di tutto: al 44′ il Treviso pareggia nuovamente con Tarantino ma allo scadere dei cinque minuti di recupero Abate infila il neoentrato portiere Merlano e porta i siciliani sul 3-2. Il secondo tempo è giocato a ritmi nettamente più blandi con i siciliani (seconda vittoria consecutiva) che amministrano il vantaggio senza subire particolari pericoli.

Il tabellino:

TRAPANI: Nordi, Lo Bue, Rizzi, Pagliarulo, D’Aiello, Spinelli (65′ Tedesco), Basso, Caccetta(67′ Pirrone, Abate, Madonia (77′ Filippi), Mancosu. A disposizione: Dolenti, Lo Monaco, Docente, Romeo.All.: R. Boscaglia.

RETI: 9′ Spinelli, 14′ Piconi, 31′ rig. Madonia, 44′ Tarantino, 49′ pt Abate

FANO – MILAZZO 3-3

Il Milazzo si riscatta dopo lo 0-4 casalingo col Forlì di domenica scorsa pareggiando a Fano con un esaltante 3-3.

Il Milazzo, privo dell’allenatore Tosi, in permesso per gravi motivi famliari, al 4’ minuto punge con Cartone dopo uno sciagurato intervento di Gaffi ma Proietti salva. Passano meno di due minuti e il capitano Mignogna trova la rete dopo un uno-due con Della Penna.

Il Fano insorge e pareggia al 29° con un colpo di testa di Fabbro, abile a sfruttare al meglio un cross di Cazzola. Dopo un tentativo di D’Amico è il Fano a mettere paura ai siciliani ma Conti compie tre interventi decisivi su Cazzola, Berretti e Fabbro. La seconda frazione di gioco è un vero festival del gol: al 63’ il Milazzo trova il vantaggio con un eurogol di D’Amico che, dopo un colpo di testa respinto dal legno, si esibisce in una spettacolare rovesciata che regala il momentaneo vantaggio ai siciliani. Passano dieci minuti e il Fano trova il pari con un rigore indiscutibile trasformato da Piccoli.

Il Fano resta in dieci uomini per l’espulsione di Cazzola ma non molla e trova la rete del 3-2 al 92’ con Colombaretti che batte Conti di testa sugli sviluppi di un corner. Partita finita? Assolutamente no. Il Milazzo si riversa alla disperata nella metà campo avversaria e trova il pareggio in contropiede con Mancini al 94°. La gara si chiude con uno scoppiettante 3-3; un giusto pareggio che però lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre.

Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.