Cultura

“Le Parole di Emergency”, al via il tesseramento in piazza

Emergency. Foto Internet

“Le parole di Emergency: A come armi, B come bellezza, C come costituzione, D come diritti, M come medicina, P come pace, U come uguaglianza, V come volontariato”. Il nuovo slogan del tesseramento che potrà essere svolto sabato 17 e domenica 18 novembre a Palermo in via Cavour, di fronte la Libreria Feltrinelli, dove i volontari di Emergency saranno presenti per presentare la nuova tessera 2013 e raccontare le iniziative e i programmi umanitari di Emergency.

Ad anticipare questa iniziativa è stata la proiezione, svolta ieri, del documentario “Life in Italy is Ok” presso il “Bar Libreria Garibaldi”, con testimonianze dei migranti e dei poveri che ricevono aiuto da Emergency in Italia, con l’intervento dei volontari e del Dottore Umberto Brucato del Poliambulatorio di Palermo.

Oltre 18 anni di impegno civile e di progetti umanitari raccontati attraverso le parole di Emergency, un’associazione umanitaria, fondata il 15 Maggio 1994 da Gino Strada e dalla moglie Teresa Sarti, insieme a Carlo Garbagnati, con l’obiettivo di offrire cure mediche e chirurgiche gratuite e di alta qualità alle vittime della guerra e della povertà e promuovere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani, che dal 2006 opera anche in Italia con la nascita di un nuovo Poliambulatorio a Palermo e inseguito a Marghera, per garantire a tutti il rispetto del diritto a essere curati sancito anche dalla Costituzione.

“Il Poliambulatorio di Emergency – dice il dottore Umberto Brucato – è dedicato alla popolazione immigrata residente, regolare o no, ma anche aperto alle necessità di chiunque si trovi in condizioni di disagio; offre assistenza socio-sanitaria e servizi di medicina di base, pediatria, dermatologia, odontoiatria, oculistica e otorinolaringoiatria, ostetricia e ginecologia, cardiologia, psichiatria e psicologia. Gli stessi pazienti dei Poliambulatori di Marghera, di Palermo e degli ambulatori mobili sono i protagonisti del filmato “Life in Italy is OK” che Emergency ha realizzato per raccontare il Programma Italia.

Storie come quella di Gloria, una paziente nigeriana del Poliambulatorio di Palermo, e di Michele, disoccupato veneto, che si è rivolto al Poliambulatorio di Marghera, sono al centro del documentario che racconta la vita e le difficoltà quotidiane di persone legate da un destino comune: la ricerca di condizioni di vita migliori. Disoccupati, precari, migranti e non. Il Programma Italia di Emergency è nato per garantire il diritto alla cura a tutti anche nel nostro Paese: nonostante si tratti di un diritto riconosciuto dalla Costituzione poveri, migranti e stranieri spesso non hanno accesso alle cure a causa delle difficoltà linguistiche, della scarsa conoscenza dei propri diritti, dell’incapacità di orientarsi all’interno di un sistema sanitario complesso”.

Con tessera di Emergency avrete in regalo una t-shirt “Io sto con Emergency” , si riceverà la rivista trimestrale e si avrà diritto a sconti e facilitazioni presso librerie, teatri, gallerie d’arte in tutta Italia, avrà validità dall’1 Gennaio al 31 Dicembre, e la si può richiedere con una donazione minima di 12 euro se hai fino a 25 anni, di 30 euro se hai tra 26 e 64 anni, di 20 euro se hai 65 anni o più, e la si potrà regalare ad un amico che potrà riceverla direttamente a casa, accompagnata da un messaggio personalizzato. Sosteniamo Emergency.

Concetta Ventimiglia

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close