CulturaL'Avvocato del MartedìPrimo Piano

L’AVVOCATO DEL MARTEDI’_ GARANZIE PERSONALI: COSA E’ LA FIDEIUSSIONE?

                        Avvocato Francesca Paola Quartararo

La rubrica dell’avvocato del Martedì _ a cura dell’avvocato Francesca Paola Quartararo

La fideiussione è una garanzia personale  regolata dal codice civile a norma dell’art. 1936 c.c.   Un contratto con la quale un soggetto, detto fideiussore, garantisce l’adempimento di un obbligazione altrui obbligandosi personalmente verso il creditore.

Cosa è il contratto di fideiussione?

Il contratto di fideiussione è un accordo stipulato tra il creditore ed il fideiussore, rispetto al quale il debitore è terzo. Il fideiussore, può essere una persona fisica quanto una persona giuridica, offre maggiore sicurezza al creditore poiché quest’ultimo assicura il suo credito, ovverosia sarà soddisfatto anche nel caso di inadempimento da parte del debitore principale. Il contratto di fideiussione si caratterizza per la sua funzione di garanzia dell’adempimento dell’obbligazione mediante l’allargamento della base soggettiva, la quale è indipendente dall’eventualità che il debitore principale non adempia la propria obbligazione o il suo patrimonio sia insufficiente a soddisfare le ragioni del creditore. 

Quali sono le caratteristiche della fideiussione? La fideiussione presenta un carattere di accessorietà, in particolare:

  • Accessorietà della fideiussione ove l’obbligazione del fideiussore coincida con quella del debitore principale si che, di regola, le modificazioni del debito principale che ne importino una riduzione o una minore onerosità si ripercuotono sull’obbligazione del garante;
  • la fideiussione per condizione ed obbligazioni future purché, in tal caso, sia previsto un importo garantito;
  • la fideiussione è un contratto a forma libera per cui la legge non richiede ai fini della sua validità l’utilizzazione di formule preordinate ma semplicemente viene stipulato per iscritto.

Ragion per cui l’obbligazione della fideiussione è un obbligazione accessoria, il cui oggetto è identico a quello dell’obbligazione principale, salvo patto contrario si estende solo a coloro che sono accessori del debito principale (ex art. 1941 c.c.). A tal proposito la Cassazione con sentenza n. 12279/2004 si è pronunciata affermando che: “sono inefficaci nei confronti del fideiussore i patti intervenuti tra creditore e debitore modificativi dell’obbligazione principale garantita”.

Che tipo di relazione intercorre tra il creditore ed il fideiussore?

La normativa codicistica ex art. 1944 c.c. disciplina due tipi di fideiussione:

  • Fideiussione Solidale – prevede che il fideiussore e creditore principale siano obbligati in solido, sicché il creditore potrà richiedere l’adempimento dell’obbligazione indifferentemente sia all’uno che altro. Il fideiussore che ha pagato il debito è surrogato nei diritti che aveva il creditore è potrà esperire azioni di regresso verso il debitore benché questi non fosse consapevole della prestata fideiussione ex art. 1950 c.c.
  • Fideiussione con il – Beneficio d’escussione preventiva – in tal caso, il creditore dovrà sottoporre ad esecuzione i beni del debitore principale prima di rivolgersi al fideiussore per il pagamento del debito, deve essere convenuto dalle parti nel contratto in modo espresso. Il fideiussore, che sia convenuto dal creditore ed intenda valersi del beneficio dell’esecuzione, dovrà indicare i beni del debitore principale da sottoporre ad esecuzione. 

E’ possibile avere più fideiussori?

La norma codicistica ex art, 1946 c.c. ammette la “cofideuissione” allorquando vi siano più persone che hanno prestato la fideiussione per un medesimo debitore ed a garanzia di un medesimo debito, ciascuna di esse è obbligata per l’intero debito salvo che sia stato pattuito il beneficio della divisione.

Quante tipologie di fideiussione esistono?

  • La fideiussione omnibus – si ha quando il fideiussore si impegna a non garantire il pagamento di un singolo debito altrui, ma di tutti i debiti presenti e futuri che il debitore ha assunto o assumerà nei confronti del creditore. La Cassazione con sentenza n. 8944/2016 ha stabilito che la fideiussione omnibus senza limitazioni di importo è subordinata alla validità della fideiussione per obbligazioni future all’indicazione dell’importo massimo garantito, ed è efficace solamente per i debiti sorti a carico del debitore principale prima della riforma ex art. 10 della L. 154/98 (con la quale ha imposto il tetto massimo garantito) e non anche per quelli successivi;
  • La fideiussione bancaria – quella fideiussione concessa dalla banca al debitore che ne fanno richiesta e che, generalmente divengono clienti dell’istituto di credito;
  • La fideiussione assicurativa – in tal caso la compagnia di assicurazioni assume la responsabilità nei confronti di un creditore per un prestito prestabilito.

Per qualsivoglia parere in materia di fideiussione bisogna  rivolgersi ad un esperto, che potrà consigliarVi la miglior soluzione in relazione al caso specifico. 

Per tutte le informazioni necessarie consulta il sito web: www.avvocatoquartararo.eu

Tags
Moltra altro

Francesca Paola Quartararo

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.