L'Avvocato del MartedìPrimo Piano

L’AVVOCATO DEL MARTEDÌ: COSA E’ IL REGISTRO DI ANAGRAFE CONDOMINIALE

Avvocato Francesca Paola Quartararo

La rubrica dell’avvocato del Martedì _ a cura dell’avvocato Francesca Paola Quartararo

Con la riforma della legge sul condominio L. 220/2012 esiste l’anagrafe condominiale.

Cosa è l’anagrafe condominiale?

L’anagrafe condominiale è un registro che deve essere compilato e custodito dall’amministratore di condominio e che deve contenere i dati più significativi degli appartamenti dello stabile e di coloro che vi vivono all’interno. Tale registro è regolato dal codice civile all’art. 1130 c.c. con la quale si stabilisce che, l’amministratore deve predisporre e mantenere aggiornato il registro dell’anagrafe condominiale. Lo scopo dell’anagrafe è quella di consentire all’amministratore di svolgere più celermente i propri lavori, soprattutto nell’individuazione dei singoli condomini; si pensi, ad esempio al recapito dei solleciti di pagamento per il versamento delle quote condominiali o alle comunicazioni in ordine agli avvisi di convocazione dell’assemblea e cosi via.

Quali dati deve contenere l’anagrafe condominiale?

Il registro deve contenere le informazioni relative ai condomini ed ai rispettivi appartamenti.

Difatti l’amministratore è tenuto ad inserire nell’anagrafe condominiali i seguenti dati:

  • La generalità (nome, cognome, codice fiscale, residenza e domicilio del proprietario e/o dei proprietari e degli eventuali inquilini dell’immobile interessato);

  • dati catastali di ciascuna unità immobiliare all’interno dello stabile;

  • qualsiasi dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio.

I condomini in forma scritta devono comunicare ogni variazione dei dati all’amministratore entro sessanta giorni. Per esempio: se l’appartamento viene venduto e/o dato in locazione ad un soggetto terzo, deve essere disposta la comunicazione della variazione all’amministratore.

In caso di incompletezza del registro chi è il responsabile?

L’amministratore di condominio è l’unico soggetto responsabile della tenuta e compilazione del registro e non può esimersi da tale compilazione. Difatti l’amministratore di condominio è obbligato ad adempiere diligentemente all’obbligo sopra descritto a pena di revoca giudiziaria dell’incarico per gravi irregolarità di gestione come disposto dall’art. 1129 comma 11 n. 7 c.c.

Nel caso di rifiuto da parte dei condomini di dare le dovute informazioni all”amministratore di condominio, quest’ultimo può rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, l’art. 18 comma 3, D.p.R. 131/1986 dispone che: “su richiesta delle parti contraenti dei loro aventi causa o di coloro nel cuo interesse la registrazione è stata eseguita, l’ufficio del registro rilascia copia delle scritture private, delle denunce e degli atti formali all’esterno dei quali è ancora in possesso nonché delle note e delle richieste di registrazione di qualunque atto pubblico e privato”- si precisa che il rilascio delle copia avviene su previa autorizzazione da parte del Tribunale competente territorialmente.

Per agevolare tutti i condomini nell’assolvimento dell’obbligo di comunicazione dei dati richiesti con l’introduzione della legge 220/2012, per l’istituto del registro dell’anagrafe condominiale è stato elaborato un modello di autocertificazione che dovrà essere compilato, sottoscritto e riconsegnato allo scrivente amministratore possibilmente con gli allegati indicati. Difatti in caso di cessazione a qualsiasi titolo dell’unità immobiliare in Condominio (es: compravendita – locazione – comodato e qualsivoglia diritto di natura reale) sarà altresì necessario trasmettere idonea comunicazione come da appositi allegati in autocertificazione.

La materia condominiale risulta molto complessa per la quale bisogna analizzare il singolo caso concreto per poter dare delle informazioni e pareri precisi sulla questione, dunque, sempre opportuno rivolgersi ad un esperto, che potrà consigliarVi la miglior soluzione in relazione al caso specifico.

Per tutte le informazioni necessarie consulta il sito web: www.avvocatoquartararo.eu

 

Tags
Moltra altro

Francesca Paola Quartararo

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.