Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

“L’Arte di arrangiarsi”: le foto dell’evento

Venerdì 18 ottobre 2013 è stato presentato in prima assoluta nazionale al CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia – Cantieri Culturali alla Zisa a Palermo, il documentario diretto dal regista Francesco Panasci dal titolo “L’Arte di arrangiarsi”. 

Una ricostruzione di mestieri antichi tra tradizione e continuità, un viaggio nella Sicilia di un tempo alla ricerca dei vecchi mestieri  e delle arti tramandate. Il lungometraggio, della durata di 55 minuti, scritto da Panasci insieme allo storico Gaetano Basile, narra attraverso sei micro-racconti degli antichi mestieri della Sicilia di un tempo considerati a rischio estinzione: il fonditore di campane, il ceramista e decoratore, l’orologiaio, il costruttore di coltelli,  la carta e i libri restaurati, il puparo e il teatrino con il cuntista.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

5 commenti

  1. Bravo Francesco, ma ti saresti mai aspettato di diventare così importante? Ogni cosa che produci diventa un evento. Mi chiedo pure ma come fai a mantenerti così giovane? Tu hai un segreto sicuro. Hai sempre la stessa faccia. Ti invidio bonariamente e ti stimo sul serio. Spero di vederti presto con nuovi progetti. Ciao

  2. PANASCIIIIIIIIIIIIIIIIII MA QUANTI MESTIERI FAI???
    ANCHE TU HAI L’ARTE DI ARRANGIARTI!
    DEVO DIRE COMUNQUE CHE IL DOCUMENTARIO E’ SERIO. SEI STATO BRAVO E NON MI SEMBRA IN QUESTO CASO CHE TI SEI ARRANGIATO.
    AUGURIIIIIIIIIIII

  3. Un’evento emozionante, finalmente qualcosa di buono in Sicilia, continuate così, siete grandi. Un’abbraccio e un grosso in bocca al lupo.

  4. ero presente e mi sono emozionato. La qualità del documentario è veramente di altissimo livello ma quello che mi ha fatto veramente colpito è la passione degli attori per come raccontavano le loro storie. Bravo il Regista, la produzione e tutti proprio tutti.
    Continuate così.
    Sergio

  5. Grande evento e grandi soddisfazioni per un documentario siciliano che parla dei siciliano che sanno arrangiarsi.
    Complimenti anche al fotografo che ha saputo cogliere ogni attimo di questa manifestazione favolosa.
    Vai Panasci, non ti fermare, continua così.
    W la Sicilia e i Siciliani come noi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.