CulturaPrimo Piano

L’arte contemporanea apre le porte alla città, via al progetto #sabatoingalleria

L’arte contemporanea spiegata da chi ne ha fatto il suo pane quotidiano, grazie ad una biblioteca di oltre 3.500 volumi. Il tutto per rendere l’arte davvero alla portata di tutti.

E’ in quest’ottica che la rivista di turismo www.siciliaweekend.info, insieme alle più rappresentative gallerie d’arte contemporanea di Palermo, lancia #sabatoingalleria, un’iniziativa che, al pari dei grandi musei d’Italia nella prima domenica del mese, servirà ad aprire le porte di luoghi della città da riscoprire e insieme di opere che emozionano per varietà e intensità espressiva.

L’anteprima di questo ambizioso progetto culturale sarà sabato 6 giugno (ore 16.30, ingresso su prenotazione per massimo dieci persone) presso la galleria di Francesco Pantaleone. Negli spazi di corso Vittorio Emanuele gli oltre 3.500 volumi che compongono la biblioteca d’arte della Fpac serviranno a rendere vivo ed anche tattile un viaggio nel mondo dell’arte.

Il gallerista Francesco Pantaleone spiegherà le tecniche, illustrerà le opere e trasporterà metaforicamente il visitatore da una parte all’altra del mondo, per far comprendere a pieno cosa è l’arte contemporanea.

Ma è dopo l’estate che si entrerà nel vivo del progetto #sabatoingalleria. Luoghi affascinanti come il Giuseppe Veniero Project, lo Spazio Cannatella o la galleria Nuvole, si uniranno per diventare i luoghi della nuova città da scoprire nel segno dell’arte.

“L’arte contemporanea – afferma il direttore di siciliaweekend.info, Dario La Rosa – è insieme lo specchio della vita e il più bel volto dei drammi quotidiani. E Palermo, in questi anni, è diventata non solo una fucina di talenti artistici ma anche la perfetta cornice per luoghi di grande fascino che sono diventati gallerie d’arte da scoprire a prescindere dalle opere che in quel momento contengono. Ecco perché #sabatoingalleria sarà insieme un tuffo nell’arte ma anche occasione per vedere la città sotto un profilo diverso dal solito”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.