Cronaca

Apre oggi a Palermo il ‘Parco Uditore’

Il Parco Uditore (Foto di Rosalia Bonfardino)

Oggi, alle 11:30, ci sarà l’inaugurazione del “Parco Uditore”. Con il sindaco Leoluca Orlando sarà presente – tra gli altri – l’assessore regionale per l’Economia, Gaetano Armao che illustrerà ai cittadini i servizi già disponibili e il progetto del futuro sviluppo.

L’area del Parco dell’Uditore, collocata nell’omonimo quartiere ed estesa circa 9 ettari, perviene alla Regione  dall’ Agip nel 1963.

Seppur in proprietà pubblica, rimane ad affittuari per oltre trent’anni: dopo l’arresto del capomafia Totò Riina, avvenuto nelle vicinanze, l’area ritorna nella disponibilità della Regione, ma senza precisa destinazione.

Il Piano regolatore della Città (1994-2004) la destina al Centro Direzionale della Regione siciliana, in una prospettiva di ulteriore riduzione delle aree verdi.

Dal 2008, la Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo inizia degli studi per far coesistere, nell’area, la tutela naturalistica e la destinazione a centro direzionale, mentre la Facoltà di Agraria vi contribuisce con una mappatura delle specie vegetali presenti.

A novembre 2010, nasce il Comitato cittadino per il Parco Uditore che si trasforma nell’associazione “U’ Parcu”, con l’obiettivo di salvaguardare Fondo Uditore affinché diventi un parco urbano, e cio’ per la sua collocazione strategica in un quartiere a grande densità abitativa e privo di spazi di aggregazione.

In sei mesi il comitato raccoglie, col contributo di molte associazioni, oltre 6.000 firme e promuove la presentazione di una variante urbanistica di destinazione a parco urbano.

Nel 2011 l’Assessorato all’Economia della Regione, proprietario dell’area, accogliendo la richiesta della cittadinanza, avvia l’iter per destinare l’area a parco.

Il 3 novembre 2011, l’Assessore all’Economia affida il Parco al Comando del Corpo Forestale della Regione Siciliana, per avviare le attività di recupero e riqualificazione dell’area.

La Forestale, in collaborazione con l’Azienda delle Foreste, ha realizzato il Parco attrezzato, mentre il Dipartimento regionale della Ragioneria generale ha assegnato 100 mila euro per gli interventi, per realizzare, in Sicilia, la prima vera operazione di “low cost landscape”.

Con successivo decreto assessoriale, l’Area di proprietà regionale di Fondo Uditore viene denominata “Parco della Memoria e della Legalità”, e ciò al fine di garantire la conservazione della Memoria dei cittadini sui tragici eventi di stampo mafioso e criminale che hanno segnato la recente storia della Sicilia e la reazione del Popolo siciliano.

Con D.A. 66 del 23 dicembre 2011, è stato costituito – presso l’Assessorato Regionale dell’Economia – il Comitato scientifico, composto da studiosi ed esponenti della società civile, finalizzato all’individuazione degli interventi necessari ad assicurare la realizzazione del Parco Urbano e del Museo della Memoria e della Legalità.

Il 14 gennaio 2012 il Parco viene aperto dal Presidente della Regione e dall’Assessore Armao, per la prima volta, al pubblico per l’illustrazione del progetto di recupero elaborato dal Prof. Manfredi Leone e del Prof. Giuseppe Barbera; grazie anche alla collaborazione dell’Associazione U’ Parcu e di gruppi di volontariato, il parco diviene  frequentabile attraverso visite guidate.

Il 28 febbraio 2012, con la collaborazione dell’istituto di cultura italiana a Londra, viene raggiunta tra l’Assessore G. Armao e C. Buttery, – Chief Executive dei Royal Parks di Londra – l’intesa di cooperazione e gemellaggio con il St. James’s Park, uno dei più importanti parchi della capitale britannica, che consentirà uno scambio di conoscenze ed esperienze di livello europeo.

Il 18 marzo l’istituzione del Parco viene illustrata su RAI 1, alla trasmissione “Linea Verde”.

Il rinvenimento di un ordigno bellico durante i lavori di sistemazione impone di rinviare l’apertura al pubblico, prevista per aprile, e di avviare l’attività di bonifica sull’intera area, in collaborazione con l’Esercito.

A settembre, riprendono i lavori per il completamento dei viali, della messa a dimora della cancellata, delle aree fitness e delle aree giochi per i bambini. Il Comune di Palermo avvia lo spostamento dei cartelloni pubblicitari.

Il 15 ottobre 2012 sarà definitivamente aperto al pubblico dall’Assessore Gaetano Armao alla presenza delle autorità civili, militari e religiose della Citta’.

Palermo – su iniziativa della Regione, di associazioni e volontari, di migliaia di cittadini consapevoli – entra, così, in possesso di un grande e moderno parco urbano che e’ divenuto un riferimento per la crescita civile dell’intera Comunità.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.