Primo Piano

L’annuncio di Kim Schmitz: “Megaupload sta tornando”

Il fondatore di Megaupload Kim Schmitz

Come molti sapranno Megaupload è stato per diversi anni un sito web di file hosting molto gettonato. Il dominio Megaupload.com (dati tratti da wikipedia) contava 150 milioni di utenti registrati e 50 milioni di visitatori giornalieri. Megaupload generava, da solo, il 4% del traffico internet mondiale. 
Il 19 Gennaio 2012 l’FBI chiude Megaupload.

I motivi sono abbastanza chiari. Gli utenti erano soliti servirsi del noto sito per condividere materiale protetto da copyright fatto che avrebbe provocato ingenti danni alle etichette discografiche. Il fondatore di Megaupload e di tutti i servizi ad esso associato (Megavideo, indicato per la visione di video in streaming, e Megaporn, la versione pornografica del primo), Kim Schmitz, noto nel web come Kim Dotcom, nonostante stia scontando una lunga pena agli arresti domiciliari e nonostante debba allo stato Americano circa 200 milioni di dollari, negli ultimi giorni ha lanciato un messaggio chiarissimo: Megaupload tornerà. Presto e più forte di prima.

Il progetto, probabilmente si chiamerà Megabox, una piattaforma musiciale molto simile ad Itunes e attraverso la quale gli artisti potranno trattenere il 90% dei ricavati, aggiorando le grandi etichette discografiche. La novità, per gli utenti, riguarda il modello economico su cui si baserà megabox: lo streaming degli mp3 sarà gratuito e illimitato, a patto di visualizzare della pubblicità (si pensi alla pubblicità che precede i video di youtube). Chi vorrà “eludere” gli spot pubblicitari pagherà un “account premium” .

Tramite il suo account di twitter, il re del file-sharing, avvisa i suoi follower :”il 90% del codice è scritto e i server sono pronti. Abbiate pazienza, stiamo arrivando”.


Francesco Arpa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.