PoliticaPrimo Piano

Regionali, la sostituta di Claudio Fava: Giovanna Marano

Giovanna Marano (foto Internet)

Dopo le parole di ieri del Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, che ha messo in dubbio la posizione di Fava a candidato della Presidenza della Regione Siciliana, denunciando un’irregolarità riguardante l’acquisizione della residenza in Sicilia, si è appena svolto e concluso un vertice tra i partiti a sostegno del coordinatore nazionale di Sel al fine di valutare le procedure da adottare e l’eventuale sostituto.

Il nome verso il quale Sel, Idv, i Verdi e la Federazione di Sinistra hanno virato è quello di Giovanna Marano, presidente del comitato centrale della Fiom e segretario regionale del sindacato dei metalmeccanici.

Sono circolate inizialmente voci di un “ticket” dello stesso Fava con il senatore dell’Idv Fabio Giambrone e poi con l’europarlamentare del Pd Rita Borsellino, ma entrambe le ipotesi sono tramontate nel giro di poche ore.

La candidatura di Fava è stata, comunque, ritirata al fine di evitare la decadenza delle liste che a lui si appoggiano, in caso di accertata ineleggibilità. L’ormai ex candidato alla presidenza della Regione avrebbe rischiato l’esclusione a causa di un ritardo di cinque giorni nella pratica di acquisizione della residenza in Sicilia, come previsto dalla legge.

Ecco, di seguito, il comunicato ufficiale dell’ufficio stampa di Fava:

“È Giovanna Marano, 53 anni, sindacalista, la candidata alla Presidenza della Regione siciliana indicata da Claudio Fava e dalle forze della coalizione di ‘Libera Sicilia’.

La scelta di Giovanna, dirigente del movimento sindacale, protagonista delle più importanti vertenze operaie in Sicilia, raccoglie – ha detto Fava – “la sfida sul lavoro e sui diritti sociali che sono al centro del nostro programma di governo“.
Fava ha così proseguito: “Ho deciso di accompagnare Giovanna Marano da candidato vicepresidente sottraendo la mia candidatura alla Presidenza al rischio di un già preannunciato rigetto e sulla base di una considerazione politica ispirata al massimo senso di responsabilità verso la coalizione e gli elettori siciliani”.
La battaglia elettorale prosegue con maggiore convinzione. “Il tentativo di estrometterci da questa sfida – ha sottolineato Fava – appellandosi a norme palesemente anticostituzionali e a presunti vizi di forma, non può ostacolare il progetto di Libera Sicilia’. Resto in campo – ha concluso Fava – accanto a Giovanna Marano, una donna che possiede qualità morali e una storia personale che garantiscono sul modo in cui saprà battersi in questa importante sfida”.
Paolo Guagliardito
Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.