PoliticaPrimo Piano

La Sicilia al centro del Mediterraneo come presidio nella lotta alla contraffazione

Si è insediato questa mattina presso l’Assessorato Agricoltura il tavolo tecnico per la lotta alla contraffazione e all’agropirateria. Vi hanno preso parte: l’Assessorato al Territorio e Ambiente, Assessorato alla Sanità, Assessorato alle Attività Produttive, il Corpo della Polizia Municipale, il Comando Regionale Guardia di Finanza, l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari, il Comando Regionale del Corpo Forestale della Regione Siciliana, l’Istituto Zooprofilattico, l’Istituto dell’Olio e del Vino, il Servizio Fitosanitario Regionale, l’ANCI, la Confagricoltura.

La volontà è quella di porre la Sicilia al centro del Mediterraneo come presidio nella lotta alla contraffazione. Si punterà su una serie di accertamenti ispettivi e analitici nei mercati, nella aree portuali e lungo le filiere, per la tutela dei consumatori e l’innalzamento della sensibilità dei cittadini che talvolta, a vantaggio di un risparmio economico, finiscono per cedere ad una qualità scadente.

I Laboratori Regionali, attraverso un’azione sinergica, faranno da supporto all’attività di vigilanza e ispettiva operata dai funzionari dei vari enti. L’Assessorato sta anche lavorando, di concerto con l’Anci, alla stesura di un bando regionale, rivolto ai Comuni, per la costituzione di un piano di lotta alla contraffazione.

Per l’Assessore Dario Cartabellotta: ” Potenziare la repressione e accrescere la prevenzione: un obiettivo realizzabile mediante un’ azione sinergica tra le strutture Regionali e le Forze dell’Ordine”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.