Primo PianoSalute & Sanità

La salute è questione di unghie: cosa ci dicono e perché fare attenzione alla carenza di ferro

(di Luca Pavesi) Per mantenersi sempre in salute e al top della forma bisogna monitorare costantemente le condizioni del nostro corpo. Fortunatamente alcune parti del nostro organismo svolgono una vera e propria funzione di campanello d’allarme per le nostre condizioni.

Fra queste rientrano anche le unghie: le loro lamine, infatti, possono presentare delle alterazioni che dovrebbero attirare le nostre attenzioni. Quando cambiano colore o forma, possono in realtà covare un problema ben più importante: vi basti pensare ai disturbi del fegato, alle infezioni fungine e alla carenza di ferro.

Insomma, visto che le unghie possono dirci molto sulla nostra salute è bene approfondire i vari segnali e le possibili cause correlate.

Sintomi e possibili cause delle alterazioni alle unghie
Ad ogni sintomo la sua causa, non sempre facile da scovare, ma importante per comprendere come curare il problema che si trova dietro quell’alterazione. Qui di seguito, potrete scoprire una lista dei sintomi e delle possibili patologie responsabili.

  •  Superficie irregolare: quando la superficie della lamina si altera, presentando fossette o danni, potrebbe essere per via di infiammazioni croniche come la psoriasi, o di infezioni come la micosi
  •  Ampiezza delle mezzelune: una mezzaluna troppo ampia e troppo bianca potrebbe indicare la presenza di un disturbo al fegato o ai reni. Anche il diabete e l’alta pressione possono manifestarsi con questo specifico sintomo che compare sulle unghie.
  •  Unghie a cucchiaio: le unghie troppo arrotondate potrebbero essere il riflesso di problemi alla tiroide o ai polmoni, insieme alle disfunzioni epatiche.
  •  Striature ungueali: le striature sono fra i sintomi più diffusi, e più importanti, visto che possono essere sintomo di problemi cardiaci, infezioni, disfunzioni renali o anche di varie carenze nutrizionali.
  • Lamine ingiallite: le unghie gialle possono comunicare la presenza di problematiche a livello respiratorio e polmonare. Fra le malattie che causano questi sintomi troviamo la pleurite , la bronchite e la sinusite.

Unghie fragili e carenza di ferro

Un altro sintomo spesso frequente è la presenza di una lamina fragile, che tende a spezzarsi con estrema facilità. La causa potrebbe essere data ad esempio all’uso continuativo di smalti di bassa qualità oppure alle carenze alimentari, tra cui in primis il ferro.

In quest’ultimo caso serve curare con grande attenzione la propria dieta e, se necessario, assumere degli integratori per unghie fragili come quello di Bioscalin formulato appositamente per rinforzare le unghie.

La carenza di ferro si manifesta anche in altri modi, dalla spossatezza fisica alla mancanza di fiato, e per questo va approfondita e curata. Anche le vertigini e il mal di testa possono essere provocati dalle carenze di questo minerale, e lo stesso dicasi per le palpitazioni. Persino i capelli risentono di questa carenza, seccandosi per via del minore apporto di ossigeno.

Proprio per questo è bene vedere alcuni alimenti particolarmente ricchi di ferro e, dunque, ottimi per andare a bilanciare questa carenza. Si inizia dal cioccolato fondente, e si prosegue con legumi come i fagioli, i piselli e le fave. Anche le mandorle sono ricche di ferro, insieme al fegato di manzo e alla rucola che è paticolarmente ricca di proprietà benefiche.

Fare sempre attenzione allo stato delle unghie: è questa la regola per captare eventuali problemi presenti nel nostro organismo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.