Primo Piano

La risposta di Asus all’iPhone 5: il Padfone 2

Foto da Internet

Si chiama Padfone2 ed è la risposta della taiwanese Asus alla presentazione dell’iPhone 5. Presentato in anteprima mondiale a Milano, l’Asus ha voluto puntare sull’idea di integrare uno smartphone con un tablet, cercando di rendere tutto molto semplice da utilizzare.

Ed effettivamente sembra che l’azienda orientale ci sia riuscita. Si prende il telefono, lo si infila in un apposito slot di quello non è un vero tablet ma una docking stationcon schermo (un “guscio” senza vita che non può funzionare a se stante) ed ecco che la “tavoletta” si anima.

Il tutto in maniera trasparente, senza pause né attese, grazie a una tecnologia che Asus chiama Dynamic Switching. Il vantaggio, come detto, è quello di condividere un solo contratto telefonico per due apparecchi e di poterli giostrare a piacere a seconda delle esigenze.

Il portavoce di Asus descrive così il prodotto: “Il nuovo Padfone non solo è bello e funzionale ma, soprattutto, intuitivo. In tal senso, il meccanismo di inserimento nella PadFone 2 Station è stato riprogettato e avviene ora con una sola e facile operazione – il cellulare si infila verticalmente nel proprio alloggiamento, senza bisogno di uno sportellino aggiuntivo di ritenzione – tanto semplice quanto congiungere due pezzi di Lego. Lo smartphone, che è il cuore dell’intero device, è stato ulteriormente perfezionato con l’introduzione di un nuovo display 1280 x 720 HD Super IPS+ da 4,7 pollici che utilizza una tecnologia antigraffio e fornisce immagini nitide e dettagliate con colori perfetti, mentre spessore e peso sono stati ridotti rispettivamente a soli 9 mm e 135 grammi. Se inserito nella PadFone 2 Station, il peso complessivo raggiunge i 649 grammi, inferiore a quello della maggior parte dei tablet sul mercato.”

Il Padfone2 è la seconda evoluzione di un prodotto presentato pochi mesi fa e però ritirato dal mercato per perfezionare i difetti, a dire il vero numerosi, che aveva rivelato.

Un altro punto forte di questo nuovo prodotto tecnologico è la durata della batteria che garantisce fino a 16 ore di conversazione, che salgono a 36 ore quando lo smartphone viene utilizzato con la PadFone 2 Station. Sul fronte del software, da segnalare infine che PadFone 2 offre una nuova versione dell’app SuperNote, che converte istantaneamente gli appunti scritti in varie lingue, trasformandoli in testo editabile. L’arrivo in Italia, nella variante bianca e nera, è previsto per novembre, a un prezzo di 899 euro per la versione con 64 GB di memoria e 799 euro per quella da 32 GB.

Fabio Butera

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.