Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

La notte degli Oscar 2013

E’ stata Michelle Obama in collegamento dalla Casa Bianca ad annunciare il vincitore le premio Oscar per il Miglior Film e, confermando tutte le previsioni, il titolo pronunciato è stato Argo. Ben Affleck, regista e protagostista del film, trionfa portando a casa la statuetta per la migliore pellicola dell’anno.

Meno scontata invece la vittoria di Ang Lee conclamato Miglior Regista per Vita di Pi. Il film sbaraglia tutti collezionando il maggior numero di riconoscimenti. Al premio di Ang Lee si aggiungono, infatti, gli Oscar per la fotografia, gli effetti speciali e la colonna sonora. Quest’ultimo a scapito dell’unico candidato italiano, Dario Marianelli, autore delle musiche di Anna Karenina.

Lincoln, che raccoglieva il maggior numero di candidature, si è dovuto accontentare di due soli riconoscimenti: Miglior attore protagonista e Migliore sceneggiatura. L’attore Daniel Day-Lewis con l’interpretazione nella pellicola di Spielberg conquista quindi la sua terza statuetta mettendo a segno un nuovo record nella storia degli Oscar.

La versione femminile dello stesso premio è toccata a Jennifer Lawrence, per Il Lato Positivo, che verrà ricordata, oltre che per la sua interpretazione, anche per l’imbarazzante caduta. Vestita con un pomposo abito bianco con strascico di Dior, l’attrice inciampa nei pochi gradini che portano al palcoscenico e finisce a terra. Pare che la Lawrence sia una recidiva visto che appena qualche settimana fa, ritirando il premio ai Sag Awards, rimase senza gonna, come mostrano le foto di Repubblica.

I miglior attori non protagonisti sono Christoph Waltz per Django Unchained e Anne Hathaway per Les Miserables. Entrami i film si aggiudica anche altre statuette: Django Unchained di Quentin Tarantino per la migliore sceneggiatura originale e Les Miserables per miglior trucco e acconciatura e per il miglior sonoro.

La migliore canzone è Skyfall cantata da Adele, dall’omonimo film. Tutti gli altri premi

Protagoniste dell show, condotto da Seth McFarlane, anche Catherine Zeta Jones che ammalia tutti cantando e ballando in un omaggio al musical Chicago e Barbra Streisand che con la sua ha ipnotizzato la platea sulle note di Memories.

Valentina D’Anna

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.