Cinema-Teatro-Musica

La musica dei Pink Floyd al Teatro Jolly

Il Teatro Jolly accende le sue luci per la leggendaria musica dei Pink Floyd: dopo il successo dello scorso maggio, giovedì 19 febbraio (ore 21) torneranno sul palco i Floydian Echoes, capitanati dal chitarrista e fondatore del gruppo Gianni Anselmo. Accanto a lui, per far rivivere le emozioni di una delle band storiche del Novecento, ci saranno Fabrizio Liga (chitarra elettrica), Daniele Castiglia (basso), Maurizio Lanzalaco (hammond con leslie, tastiere, sintetizzatore), Nino Scorsone (sax), Alessandro Verace (batteria), Mauro Tagliavia (voce), Celeste De Lisi, Flavia Romeo e Rosamaria Conigliaro (vocalist).

Una serata particolare, quella che andrà in scena al Jolly: sulla scia degli insegnamenti dello storico gruppo che ha segnato il rock progressivo e psichedelico, l’intento dei Floydian Echoes è quello di trasmettere al pubblico le emozioni date dalla combinazione di suoni, video, luci ed effetti speciali.

Per capire l’importanza di un “nome” come quello dei Pink Floyd basterebbe scorrere la lista dei numeri che accompagnano i loro successi: 250 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, di cui oltre 70 nei soli Stati Uniti d’America. Ma al di là delle cifre e delle statistiche, il complesso fondato da Roger Keith “Syd” Barrett ha avuto i meriti storici di spostare i limiti del pop e del rock, approfondendo la ricerca sonora e ridefinendo i codici dello spettacolo live, stimando la componente visiva come parte integrante della musica.

Attraverso album epocali come The Piper At The Gates Of Down, Meddle, The Dark Side Of The Moon e The Wall, i Pink Floyd hanno scandagliato lo scibile umano, parlando senza ipocrisie dell’incomunicabilità, del denaro, della follia, riuscendo a fondere sonorità d’avanguardia ed intenso lirismo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.