Sport

La lotta greco romana si muove a Palermo

Lotta Greco Romana (foto internet)

Sulla scia della lotta greco romana a livello nazionale e mondiale anche a Palermo esiste tale disciplina, però, al momento con pochi aderenti.

Nel capoluogo siciliano esistono alcune realtà sportive che seguono con passione questo sport, come il Club Atletico “Antonio Fabra”, Società Sportiva fondata nel 1951. Tra le file del Club Atletico ha militato Ignazio Fabra, scomparso lo scorso anno. Lo stesso atleta, sordomuto dalla nascita e coinvolto alla lotta dallo zio Nino Calvaruso, vinse in totale dieci titoli italiani, sette nella lotta greco-romana e tre nella lotta libera nonché due medaglie d’argento alle Olimpiadi di Helsinki nel 1952 e Melbourne nel 1956.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Antonio Fabra” allena i suoi iscritti presso la palestra comunale di atletica pesante che si trova nel quartiere Borgo Nuovo. Nel corso dell’attività sportiva svolta il C.A.A.Fabra ha annoverato tra i propri tesserati non pochi Campioni sia Regionali sia Nazionali. Il Fabra operando nella struttura di Borgo Nuovo ha consentito che molti dei giovani di borgata venissero avviati all’impegno sportivo. Gli allenamenti si svolgono all’interno di un impianto comunale fatiscente che, insieme ad altri impianti sparsi per la città, è completamente abbandonato.

Molte persone non sanno che la lotta greco romana è uno sport olimpico. In questo ambito il CUS Palermo, come già avviene col Cus Catania, potrebbe avere un ruolo importante e strategico da sfruttare per spingere tale sport e avere una maggiore visibilità a livello scolastico e cittadino in generale. La speranza è quella che gli organi competenti preposti a farlo, ossia CONI, Comune e Federazione, trovino un accordo per aiutare i lottatori palermitani ad allenarsi in spazi adeguati.

Roberto Cammarata 

 

 

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.