Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

“La grande bellezza” di Sorrentino candidato agli Oscar

Dopo otto anni c’e’ finalmente anche l’Italia nella corsa per gli Oscar: il film ‘La Grande Bellezza’ di Paolo Sorrentino ha ottenuto la nomination nella cinquina per il miglior film straniero. La statuetta sara’ assegnata il 2 marzo e il film italiano che ha in Toni Servillo il protagonista principale dovra’ vedersela con il belga ‘The broken circle breakdown’, il danese ‘The hunt’, il cambogiano ‘The missing picture’ e il palestinese ‘Omar’.

L’ultima nomination tricolore nella cinquina dei migliori film stranieri fu per la “Bestia nel cuore” di Cristina Comencini. A un passo erano arrivati l’anno scorso i fratelli Taviani con ‘Cesare deve morire’, mentre nel 2010 non supero’ la prima selezione Giuseppe Tornatore con ‘Baaria’, un film pero’ che la critica aveva premiato. Andando indietro nel tempo, nel 1996 a ottenere la nomination agli Academy Awards fu ‘L’uomo delle stelle’ di Tornatore, in concorso come miglior film straniero dopo la conquista dell’Oscar nel 1990 con ‘Nuovo cinema Paradiso’. Nel 1991 fu scelto come candidato tra i film stranieri ‘Porte aperte’ di Gianni Amelio.

‘La famiglia’ di Ettore Scola fu ‘nominato’ nel 1988, a distanza di sei anni da ‘Tre fratelli’ di Francesco Rosi. Tra gli anni ’70 e gli anni 80′ si ricordano gli Oscar a ‘Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto’ di Elio Petri, nel 1971, e al capolavoro di Vittorio De Sica, ‘Il giardino dei Finzi-Contini’, nel 1972, seguito da ‘Amarcord’ di Federico Fellini, vincitore nel 1975.

Gli anni ’50 e ’60 sono quelli di Gillo Pontecorvo, Nanni Loy, Federico Fellini, Vittorio De Sica, Mario Monicelli e di ‘gioielli’ del cinema italiano, come ‘Ladri di biciclette’, ‘La grande guerra’, ‘Ieri, oggi, domani’, ‘La battaglia di Algeri’, capolavori nella storia del cinema mondiale.

L’ultimo successo di un film italiano agli Oscar risale al 1999, quando a trionfare nella speciale categoria fu Roberto Benigni per “La vita e’ bella”. Una statuetta che arrivo’ sette anni dopo quella conquistata da Gabriele Salvatores con ‘Mediterraneo’.

Nel giro di pochi giorni e’ la seconda grande notizia per Sorrentino, il cast e il cinema italiano: infatti la pellicola e’ reduce dal successo ai Golden Globe. Tra i numerosi i commenti alla notizia, quello di Ennio Morricone: “E’ stata capita la raffinatezza del film di Paolo Sorrentino. Il film merita moltissimo soprattutto per le novita’ che rappresenta cinematograficamente. Sono contento perche’ era difficile che se ne accorgessero in un contesto in cui si e’ abituati a buoni film, ma di cui e’ ovvia la premiazione. La vera novita’ del film di Sorrentino e’ che non c’e’ un vero racconto cronologico”.

E Carlo Verdone, uno dei componenti del cast del film ha detto “E’ una bella giornata. Sono molto contento per tutti noi e per Paolo. Ci siamo impegnati perche’ sapevamo che era un film molto ambizioso e poteva diventare un capolavoro…. effettivamente lo e’ diventato”. Per Verdone “c’e’ un grosso errore quando si dice che ‘La Grande Bellezza’ e’ un film su Roma. Roma non c’entra niente, e’ una scenografia. La grande bellezza cos’e’? E’ la giovinezza, e’ la nostalgia. E’ un film sull’invecchiamento dell’Europa, di un continente che si e’ invecchiato e quindi sbanda”. (AGI)

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.