Cinema-Teatro-Musica

La FOSS fa rete per realizzazare l’Arca di Noé di Britten

La Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana dedica il mese di aprile alle attività musicali per l’infanzia con la messa in scena dell’opera L’Arca di Noé di Benjamin Britten.

Concepita nel 1958 dal compositore inglese secondo i Chester Miracle Plays medioevali, rappresentazioni di carattere sacro di cui era protagonista il popolo comune, l’opera narra del Diluvio Universale, frammisto a scenette di quotidiane baruffe coniugali, del quale vengono rappresentati tutti i momenti salienti: l’avvertimento divino a Noè, la costruzione dell’arca, l’accorrere di tutti gli animali in coppia, l’arrivo della pioggia e la sua catastrofica violenza, il vano volo del corvo e quello fortunato della colomba, l’uscita degli animali dall’arca e il canto di lode al Signore.

Britten scrisse quest’opera immaginandola interpretata da un gran numero di bambini, supportati da musicisti professionisti ed il suo Noé riuscì a coinvolgere masse scolarizzate e gente comune in un progetto dove più che la grande abilità erano richiesti lo spirito di fattiva collaborazione e una buona dose di entusiasmo.

Con questo l’intento la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana ha coinvolto oltre 150 interpreti tra cori di fanciulli, piccoli artisti in erba e una corale dilettantistica di anziani. Insieme all’Orchestra Siciliana e l’Ensemble di flauti dolci della classe del prof. Maurizio Parisi del Liceo Musicale Regina Margherita saranno presenti in scena, infatti, le voci bianche (solisti e coro) della FOSS, i cori degli alunni del Convitto Nazionale Falcone e degli Istituti scolastici Orestano, Sperone-Pertini-Puglisi, Florio, Rosolino Pilo, Capuana, Di Bartolo-Sileno-Arenella, Marconi, Cavour, Vittorino da Feltre. Agli stessi si affiancheranno la Corale senior del Centro diurno comunale di Boccadifalco, che per la prima volta si cimenta in un impegnativo spettacolo musicale, e giovani speranze della lirica quali Antonino Tranchina (Noé) e Luisa Filizzola (Moglie di Noé).

Per la realizzazione dell’opera di Britten, diretta da M°Riccardo Scilipoti, che è altresì maestro del Coro di Voci Bianche della FOSS, e con Elizabeth Smith che cura i movimenti scenici, la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana si è avvalsa delle preziose collaborazioni della Fondazione Teatro Massimo che ha prestato alcuni elementi di attrezzeria, del Teatro Stabile Biondo che ha messo a disposizione alcuni allievi della Scuola di recitazione per il ruolo “La Voce di Dio”, dei Solisti di OperaLaboratorio, della Sartoria Pipi Francesca e F.lli s.a.s per il prestito di alcune maschere nonché dei maestri dell’Arte adotta un bambino, progetto dedicato all’infanzia del Comune di Palermo, e degli insegnanti di musica delle scuole coinvolte. Tutti gli interpreti e collaboratori a vario titolo hanno offerto il loro impegno a titolo gratuito.

L’Arca di Noé farà il suo debutto in scena giovedì 9 aprile (due spettacoli per le scuole alle ore 9,30 e 11,30). Ulteriori recite per gli Istituti scolastici sono previste: lunedì 20 aprile alle ore 9,30 e 11,30 e giovedì 30 aprile alle ore 9,30 e 11,30 (costo biglietto per alunno euro 3). Uno spettacolo dedicato alle famiglie sarà rappresentato domenica 12 aprile alle ore 11 (biglietti da euro 6 ad euro 12). In totale 7 rappresentazioni.

Informazioni al Botteghino del Politeama Garibaldi tel. 091 6072532 – biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it. Prenotazioni scuole: tel. 091 6072524 – info@orchestrasinfonicasiciliana.it

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.