Primo Piano

La classifica della parole più ricercate su Google

Eric Schmidt opening Google Zeitgeist 2012

Il 2012 è agli sgoccioli e, come di consueto, si cominciano a tirare fuori delle statistiche importanti. Anche Google, noto motore di ricerca, come sempre tramite il programma Zeitgeist, mostra alla propria affezionata utenza un “dossier” sulle parole più cercate.

Zeitgeist è un strumento offerto da Google che nasce con l’intento di mostrare al mondo quelle che sono state le ricerche più digitate dagli utenti nell’ anno, un servizio che punta a raccontare un’intera annata attraverso le ricerche fatte proprio dagli utenti.
Come anche lo scorso anno, la maggior parte della digitazioni hanno riguardato fatti relativi a personaggi di spicco oltre che disastri e calamità naturali.

Uno degli argomenti più diffusi è, stando al dossier, l’uragano Sandy, che si è abbattuto nelle cose del nord degli stati uniti. Il personaggio famoso maggiormente ricercato invece risulta Whitney Houston, scomparsa diversi mesi fa, che ha raggiunto il primo posto nelle classifiche dedicate ad artisti e personaggi.

Google ha inoltre pensato di dividere le classifiche in base a diversi criteri di selezione: categoria, nazionalità. Alla fine i dati raccolti sono significativi, come non mai. Gli utenti hanno usato Google 1.2 trilioni di volte (multipli milionari dei miliardi) in 142 lingue diverse, come riporta la pagina ufficiale di Zeitgeist.

Selezionando la nostra nazione si può osservare che le parole maggiormente ricercate dagli utenti riguardano, in linea con le altre nazioni, notizie di gossip (concerti di Madonna, Tiziano Ferro, Laura Pausini, Belen incinta, Elisabetta Canalis), notizie su calamità naturali e non (terremoto, Costa Concordia, Michele Misseri, Pulcino Pio). E visto che, negli ultimi mesi è diventata una parola usatissima, nella sezione “cosa significa” spicca la ricerca del significato della parola Spread.

Non vi rimane che farvi un giro su Zeitgeist per scoprire un mondo visto dalla ricerca sul web.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.