EnogastronomiaPrimo Piano

La Brigata di Cucina Mandrarossa conquista la Germania

Grande successo per la trasferta in Germania della Brigata di Cucina Mandrarossa. Il 19 giugno scorso, nella lussuosa cornice del Park Hotel Albrecht di Völklingen, cittadina al confine con la Francia, i vini Mandrarossa sono stati celebrati con un evento dedicato alla cultura eno-gastronomica della Sicilia ed, in particolare, quella contadina. Non era mai accaduto che ad un evento del vino partecipasse così tanta gente: 1.400 persone, tra consumer e operatori del settore, hanno potuto vivere l’esperienza di un viaggio immaginario nella terra del vino siciliano, rievocata dai profumi dei vini Mandrarossa e dai  sapori dei piatti del territorio elaborati dalle sapienti mani delle Signore di Menfi.

La Brigata di Cucina nasce dall’idea dal marchio siciliano Mandrarossa di restituire dignità e visibilità a una tradizione contadina millenaria che ha forgiato a propria immagine e somiglianza uno degli angoli più belli e affascinati della Sicilia. Sono state selezionate 25 Signore del territorio, in base alla loro esperienza e abilità in cucina,  che, coordinate dalla Chef Bonetta Dell’Oglio, girano il mondo per fare conoscere e apprezzare un patrimonio enogastronomico di inestimabile valore, perché fondato su valori come l’autenticità, la genuinità e la semplicità dei prodotti utilizzati.

Il top wine Cartagho, Cru di Nero d’Avola, i territoriali Bonera e Urradimare, blend di Nero d’Avola e Cabernet Franc il primo e Sauvignon Blanc in purezza il secondo, e il monovarietale Chardonnay, sono state le quattro etichette di Mandrarossa ad avere riscosso maggiore successo. Tutti i vini sono stati proposti in abbinamento alle specialità del territorio come le rote, i cannoli di ricotta, i pasticcini di mandorle, le sarde all’inguate, il pane di casa, le busiate di Russello abburattato e le caserecce di Tumminia. Preparazioni ottenute grazie al recupero delle antiche ricette del territorio tramandate da madre in figlia nel tempo. Grande è l’attenzione posta alla scelta degli ingredienti, della materia prima, in modo da proporre i piaceri di una cucina più sana, naturale ed esaltata dall’abbinamento con i vini Mandrarossa, ognuno diverso per carattere e personalità, ma sempre forte espressione del territorio.

Incontrare le Signore della Brigata durante gli eventi dedicati alla cucina del territorio e ai vini Mandrarossa presso ristoranti o enoteche è sempre una sorpresa – afferma Roberta Urso, responsabile Pubbliche Relazioni e Comunicazione di Mandrarossa – . Tutte insieme, armate di entusiasmo e coi loro sorrisi rassicuranti, portano in giro per l’Italia e per il mondo la cucina del territorio, sempre diversa a seconda della stagione, in abbinamento alle nostre etichette Mandrarossa. Un pubblico attento che non ha mai smesso di affluire nel grande spazio dedicato all’evento e che ha manifestato sorpresa e grande consenso per i vini selezionati e le proposte di abbinamento che la Brigata, in diretta, ha preparato live, utilizzando i prodotti genuini e freschi del nostro territorio. Le donne della Brigata Mandrarossa, anche questa volta, sono state entusiaste di incontrare un pubblico di estimatori, intrattenersi con loro, mostrare le preparazioni dei piatti, raccontare le storie di famiglia, accarezzare i palati con sapori sconosciuti o dimenticati.

La manifestazione – conclude Roberta Urso ha avuto luogo nella Germania del sud, al confine con la Mosella, territorio francese dalla lunga tradizione vinicola. Avere ricevuto un’accoglienza così calorosa e tanti apprezzamenti da un pubblico così esperto e preparato ci rende infinitamente orgogliosi, un ulteriore stimolo nel proseguire la nostra missione di esportare il modello virtuoso di Menfi nel mondo”.

Prossimo appuntamento per degustare i vini Mandrarossa e vedere all’opera la Brigata di Cucina sarà il Mandrarossa Vineyard Tour in programma dal 29 al 31 agosto 2014: un’occasione unica e imperdibile per partecipare alla raccolta delle uve con i viticultori della cooperativa e scoprire le bellezze naturalistiche di Menfi e dei suoi dintorni.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.