Primo Piano

iOS 6, ecco gli aggiornamenti del nuovo sistema operativo Apple

Foto Internet

Con il nuovo sistema sviluppato da Apple per iPad, iPhone e iPod Touch, l’iOS 6, si certifica la definitiva separazione da Google. Vediamo insieme cosa è cambiato con il nuovo aggiornamento di sistema operativo che monterà direttamente su iPhone 5 (i fan fremono, manca appena una settimana per vederlo in Italia).

Per analizzare pro e contro del nuovo upload di Apple, utilizzeremo iPhone 4S e iPad 2, quindi non abbiate timori e testate voi stessi il nuovo iOS 6 su iPhone 5. Per prima cosa, balza subito all’occhio la scomparsa di Youtube e delle apps di Google. Infatti, non troverete più la piccola icona a forma di Tv per accedere a Youtube: ma non disperate, con un semplice click potete scaricare l’app freeware direttamente dallo store. Un design particolarmente curato e l’immediatezza della condivisione sui socialnetwork sono la nuova forza di questa applicazione video. Lo abbiamo testato su iPhone 4S (sul 3G esistono parecchie limitazioni di utilizzo, così come sulla prima versione di iPad), mentre da iPad 2012 bisogna accedere mediante Safari (l’app dedicata attualmente manca). Comunque nessun intoppo.

Adesso passiamo alla scottante questione Apple vs. Google Maps: le mappe fornite al nuovo iOS 6 sono direttamente uploadate da Tom Tom, purtroppo, la precisione delle mappe della grande G è solo un bel ricordo. Particolari discrepanze, imprecisioni su vie, strade, piazze e codici postali, ma una versione 3D da urlo. Particolarissima, graficamente precisa e molto ben studiata: peccato che solo a Roma e a Milano se ne possono apprezzare le caratteristiche peculiari. Infatti, nelle altre città la versione 3D è approssimativa e frutto di meri calcoli matematici: confusionaria per l’occhio. Altra caratteristica che genera non poca confusione è l’indistinta targa per ogni attività: un bar appare alla stregua di un negozio di detersivi, possibile distinguerli solo mediante i colori da ‘legenda’ che separano le varie categorie e i differenti settori. Comunque, è ancora possibile sfruttare Safari e connettersi con le mappe di Google, pur non potendosi affidare allo Street View.

Siri: giunge finalmente la versione italiana, con un lessico ancora scarno ma molto affidabile. Ovviamente Siri non utilizza il motore di ricerca di Google per darti le segnalazioni utili, infatti, nel gioco delle alleanze telematiche è facebook il social di gran lunga preferito da iOS 6 (visto che Google ha allacciato rapporti indissolubili con Twitter) e di conseguenza Bing è il Search Engine.

Passbook e Orologio: nuove applicazioni che sono il vero fiore all’occhiello di Apple (come sempre concentrata sui minimi particolari), così l’orologio svizzero è apprezzabilissimo e il passbook (raccolta di coupon, biglietti di cinema teatri aerei), sebbene ancora poco completo in Italia, promette decisamente bene. Poi le nuove possibilità opzionali del classico “Torno Subito”, risposte automatiche, giustificazioni a scelta e promemoria personalizzati. Intanto iPhone 4S viaggia a velocità considerevolmente maggiori con il nuovo sistema operativo e, come confermato dalla stessa Mela, sono state apportate parecchie correzioni su privacy e sicurezza.

Avete già provato il nuovo sistema operativo Apple? Cosa ne pensate?

Ignazio Cusimano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.