CronacaPrimo Piano

Incidente al porto di Genova: nave si abbatte contro torre piloti, 7 morti

Foto internet

Notte di terrore al porto di Genova: alle 23, 30 una nave mercantile, la Jolly Nero, della linea Ignazio Messina, mentre stava per uscire dallo scalo, ha sbagliato manovra, urtando la torre-piloti del porto. La nave era diretta a Napoli e avrebbe poi fatto rotta per Port Said, Aqaba, Jeddah, Abu Dhabi, Gibuti, Suez, Misurata, Castellon.

La nave ha una stazza lorda di 40.594 tonnellate, netta di 17.083 tonnellate; ha una lunghezza di 239,26 metri e una larghezza di 30.50 metri. Nella torre operano e vivono molti dei piloti della Capitaneria di Porto di Genova. A causa del forte urto, la torre si è inclinata di 45 gradi, crollando. All’interno vi erano molte persone che sono rimaste intrappolate, o sono cadute in mare. Secondo alcuni testimoni, sembrerebbe che due motori si siano bloccati e che la nave sia pertanto divenuta ingovernabile. La torre è stata colpita dal fianco sinistro della poppa della nave, in quel momento carica di container. L’incidente è avvenuto al Molo Giano.

Il bilancio al momento è di 7 morti, 4 feriti e almeno 2 dispersi. Identificate due vittime dell’incidente al porto di Genova. Si tratta di Michele Robazza, 41 anni di Livorno, pilota del porto di Genova, e di Davide Morella, di 34 originario di Bisceglie, della Capitaneria di porto. Gli altri due morti sono un altro sottufficiale della Capitaneria di Porto, e un impiegato del corpo Piloti di Genova. I 4 feriti, invece, hanno raccontato di essersi buttati in mare, per tentare di salvarsi. Tempestivamente sono partite le operazioni di soccorso.

I dispersi vengono cercati sia in acqua sia sotto le macerie della torre piloti distrutta. Tre si trovavano all’interno dell’ ascensore al momento dell’urto; era, infatti, giunto il cambio del turno. I sommozzatori hanno lavorato tutta la notte in condizioni di visibilità molto difficili anche per la melma provocata dalle macerie. Si opera anche con l’ausilio di un pontone, in condizioni difficili. Intanto, la procura di Genova ha aperto un’inchiesta sull’incidente. La nave è stata posta sotto sequestro e il comandante è stato interrogato dal pm. Al momento, l’ipotesi di reato è quella di omicidio colposo contro ignoti.

L’armatore della nave, Stefano Messina, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Siamo sconvolti, una cosa così non era mai successa nell’intera storia del nostro gruppo. Siamo senza parole, disperati». Il sindaco del capoluogo ligure, Marco Doria, ha indetto il lutto cittadino.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.