Cronaca

Inchiesta Escort, chiuse le indagini su Laudati

Antonio Laudati (foto Internet)

La Procura di Lecce ieri ha notificato a Antonio Laudati e Giuseppe Scelsi gli avvisi di conclusione delle indagini per abuso di ufficio e favoreggiamento.

Secondo quanto dichiarato dalla Procura, Laudati, procuratore di Bari, durante lo svolgimento delle sue funzioni avrebbe intenzionalmente arrecato danni sia a Giuseppe Scelsi che a Desirèe Digeronimo, danni che consisterebbero “nell’indebita aggressione alla sfera della personalità per essere stati i due magistrati illecitamente sottoposti da parte della guardia di finanza ad investigazioni e ad abusivo controllo della loro attività professionale e della loro immagine”.

Inoltre, il procuratore avrebbe delegato alla guardia di finanza attività di indagini sulla sanità pugliese senza aver mai fatto un atto scritto. Ma le accuse non finiscono qui, perché nell’atto di conclusione indagini la procura di Lecce afferma anche che il procuratore Antonio Laudati avrebbe “aiutato Giampaolo Tarantini e gli altri indagati nel medesimo procedimento ad eludere le indagini per sfruttamento della prostituzione delle escort, processo nel quale era coinvolto quale fruitore delle loro prestazioni sessuali il Presidente del Consiglio dei Ministri on. Silvio Berlusconi.

L’atto notificato a Laudati e Scelsi è stato notificato anche a sei giornalisti accusati di diffamazione, i cronisti indagati sono Gianni Lannes, accusato di aver offeso in un articolo la reputazione di Laudati, del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dell’allora capo di gabinetto di quest’ultimo, Francesco Manna; la cronista di Repubblica-Bari, Mara Chiarelli; Massimiliano Scagliarini de La Gazzetta del Mezzogiorno e Nazareno Dinoi del Corriere del Mezzogiorno-Puglia.

A questo punto, esattamente da ieri, gli indagati hanno venti giorni per presentare documenti o controdeduzioni, dopo di ché la procura di Lecce valuterà se chiedere il rinvio a giudizio e quindi mandare a processo Laudati e gli altri accusati.

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.