CulturaPrimo Piano

Inaugurato Palazzo Alliata, nuova realtà artistica siciliana

Sabato 18 maggio 2013 è stato inaugurato Palazzo Alliata di Villafranca. Ha presieduto la conferenza l’editore Francesco Panasci. Palazzo Alliata è sito nel cuore della città di Palermo e nel 1984 venne donato dalla Famiglia Alliata di Villafranca al Seminario Arcivescovile di Palermo.

Questo è un buon proposito affinché la Sicilia possa trovare un punto di svolta. Un piccolo gioiello al centro del mondo, la nostra terra è sempre stata protagonista di uno scenario artistico stupefacente. L’Isola si è sempre distinta nei secoli per i vari stili architettonici che si mescolano con splendore tra le vie delle città.

Il Seminario ha fatto un grande lavoro affinché il palazzo possa essere fruibile al turismo ed ai cittadini stessi, che devono godere delle meraviglie artistico-monumentali della città. Palermo per i progetti pensati punta nel 2019 a divenire Capitale Europea della Cultura, facendo sì che le grandi bellezza della terra siciliana possano divenire uno dei tanti punti di forza per una rinascita epocale.

Sabato Palazzo Alliata è stato luogo di festa e fruizione collettiva. Immersi nell’arte sono intervenuti all’evento il Cardinale Mons. Paolo Romeo, Don Silvio Sgrò (Rettore del Seminario Arcivescovile di Palermo), gli Onorevoli Fabrizio Ferrandelli, Salvino Caputo, Alice Anselmo, Angelo Meli (Direttore del Centro Giustizia Minorile), Agata Bazzi, assessore al Territorio del Comune di Palermo.

Il Principe Francesco Alliata di Villafranca (Palermo, 17 novembre 1919) ha ricordato la discendenza della sua famiglia, l’importanza di quel luogo che pulsa nei suoi ricordi, i doni regalati alla sua famiglia, dai quadri ad altri oggetti d’arte. Il Principe, oltre a rivestire importanti cariche nobiliari ha anche dedicato la sua vita al mondo cinematografico e all’attività imprenditoriale, producendo gelati e sorbetti siciliani, con il marchio di famiglia “XIV Duca di Salaparuta”.

All’inaugurazione ha preso parte la figlia del Principe, la Principessa Vittoria Alliata di Villafranca, scrittrice e giornalista di successo. Studiosa del diritto islamico e del mondo arabo, la Principessa divenne anche nota grazie al suo lavoro di traduttrice italiana del romanzo Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien. Dagli anni settanta in poi ha pubblicato alcuni libri di successo, ispirati al mondo orientale e alla condizione femminile islamica.

Vincenzo Caccamo ha inoltre chiuso la conferenza recitando la poesia “Palermo mia” in onore di Palazzo Alliata. Dopo la conferenza, tra dipinti, portoni dorati e musica classica, i presenti hanno assistito al Taglio del Nastro del Salone Barocco. All’interno del palazzo vi era inoltre l’Esposizione dei quadri di Alessandro Raimondi e le opere realizzate dai ragazzi dell’Istituto Penale per i minorenni di Palermo.

L’editore Francesco Panasci ha inoltre sottolineato con forza che bisogna credere nella nostra terra e dare fiducia all’arte, che può far divenire la Sicilia prima al Mondo per la sua bellezza.

Il Palazzo Alliata di Villafranca sito in Piazza Bologni, 18, sarà aperto tutti i giorni con la possibilità di visitare alcune delle sale con l’ausilio di guide preparate e visionare l’esposizione delle carrozze antiche posizionate nelle antiche scuderie del Palazzo.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. Un plauso al rettore del seminario arcivescovile,don Silvio Sgrò,nell’avere aperto le porte della bellezza architettonica e culturale ai turisti e alla città di palermo.A palermo abbiamo una ricchezza artistica che andrebbe valorizzata e sfruttata,per il bene della collettività.Complimenti al seminario arcivescovile,che ha creduto fortemente a questo progetto e che sta dando la possibilità a giovani preparati di lavorare.

  2. Finalmente una giusta occasione per sottolineare quanto la Sicilia sia unica nel Mondo per la sua bellezza

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.