CronacaPrimo Piano

In Sicilia scoppia lo scandalo dei teatri. Truffa alla Regione per oltre 2 mln. I nomi degli indagati

Foto internet

Due anni di indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Palermo hanno messo in luce un giro di falsificazioni, spettacoli “fantasma”, contributi previdenziali non versati, fatture false ai danni della Regione nell’ambito degli interventi di sostegno delle attività teatrali per l’anno 2008. Un vero e proprio sistema di frode messo in piedi da imprenditori del settore artistico e teatrale.

Le attività investigative sono coordinate dai sostituti procuratori Daniele Paci e Roberto Tartaglia, e sviluppate dal Nucleo di polizia tributaria.  Sono emerse responsabilità per 72 organismi teatrali, su un totale di 91 posizioni esaminate.

L’indagine, che ha interessato strutture con sede in tutto il territorio regionale, con prevalenza nelle provincie di Catania e Palermo, trae origine da un’attività ispettiva nel cui ambito, nel settembre del 2011, sono stati sottoposti a mirate verifiche soggetti economici aventi titolo a percepire i contributi previsti dalla Legge Regionale n. 25/2007, finalizzati a promuovere lo sviluppo delle attività teatrali ed a favorirne la diffusione, erogati dall’assessorato regionale dei Beni Culturali ed Ambientali e della Pubblica Istruzione.

Le fiamme gialle hanno proceduto ad una attenta disamina del materiale ed a numerosi controlli incrociati presso diversi Enti ed Uffici Pubblici.

I NOMI DEGLI INDAGATI

Per una eventuale replica contattare la redazione de IlModeratore – redazione@ilmoderatore.it

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.