Primo Piano

In Sicilia 5 hotel di lusso a rischio sequestro, in vista 600 nuovi precari

Villa Igiea

Non è difficile che le azioni di un solo uomo comportino conseguenze assai gravi per una totalità di individui. Lo dimostra la storia e ora il caso che riguarda Francesco Bellavista Caltagirone e i 5 più grandi hotel di lusso in Sicilia.

Villa Igiea, Grand Hotel des Palmes ed Excelsior Palace Hotel a Palermo, San Domenico Palace Hotel a Taormina e l’Excelsior Grand Hotel a Catania sono infatti a rischio di sequestro insieme a circa 650 posti di lavoro.

A rovinare lo splendore dei 5 colossi del turismo siciliano sono le vicende legate a Francesco Caltagirone, imprenditore a capo dello storico gruppo immobiliare Acqua Pia Antica Marcia, che di questi beni risulta essere il proprietario.

Francesco Bellavista Caltagirone è stato processato dal tribunale di Imperia per truffa aggravata ai danni dello Stato: l’imprenditore si era aggiudicato, senza partecipare ad alcun bando di gara, l’appalto per la costruzione del porto turistico del comune ligure, per poi nel tempo gonfiare i costi di realizzazione fino all’ammontare di 140 milioni di euro. Lo scorso luglio il tribunale di Imperia ha disposto l’arresto di Caltagirone e il sequestro dei suoi beni.

Preoccupato il Gruppo di Amministrazione dell’Acqua Pia Antica Marcia per le sorti dell’azienda, già gravata dalla crisi economica e da un pesante indebitamento. Ancor più i sindacati, in quanto con la chiusura immediata degli hotel rischiano il posto ben 650 dipendenti. Le organizzazioni sindacali stanno in questi giorni chiedendo un confronto con i vertici dell’azienda.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Lintegerrimo.., onesto.., on. Casini nonchè genero e venditore di fumo politicante, urlatore, sostenitore della “democrazia del fottere gli altri”.. non ne sa nulla del comportamento dell’onesto suocero…!!??, Votiamolo.. votiamolo.. in massa.. le prossime elezioni.. se lo merita……

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.