Cronaca

Imbrattata la lapide dedicata a Peppino Impastato

La lapide dedicata a Peppino Impastato, il giornalista ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978, è stata imbrattata con simboli e scritte fasciste, un oltraggio a pochi giorni dall’anniversario. Una scritta firmata “I Camerati” e denunciata sui vari social network dai cittadini tiburtini: «A Giuseppe Veroli e a tutte le vittime dell’antifascismo, firmato i camerati», con tanto di croce celtica.

Un gesto che ha creato molta indignazione, anche se non è chiaro chi siano gli autori materiali. Potrebbe addirittura trattarsi del folle gesto di un singolo mitomane. Si pensa anche ad una seconda pista; infatti, due anni fa Casapound, il movimento neofascista, aveva stampato una serie di manifesti provocatori con il volto del giornalista e la scritta «martire per la giustizia».

Sui social sono subito state proposte molte iniziative per la pulizia della lapide: “Tra qualche giorno è l’anniversario della morte di Peppino Impastato – si legge sui post di Facebook -. A Tivoli, la lapide a lui dedicata sul Lunganiene è stata così vergognosamente oltraggiata questa notte. Il 9 maggio alle ore 18,00 siete tutti invitati a ripulirla e a rendere omaggio a un uomo che ha dato senza paura la propria vita per la giustizia e la libertà dalle mafie. Peppino è vivo e cammina insieme a noi”.“

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.