PoliticaPrimo Piano

“Il terzo settore della nostra città è in ginocchio”. Protesta al Comune

“Il terzo settore della nostra città è in ginocchio”. È questo l’allarme lanciato, stamattina, dal presidente della Quarta Commissione Consiliare Giusi Scafidi, che ha aderito alla protesta organizzata  da Danza delle Ombre davanti il Comune di Palermo.

L’associazione, che gestisce il dormitorio per senza casa di piazzetta della Pace, non riceve finanziamenti dal Comune ormai dal novembre del 2013.

“Siamo andati avanti solo grazie al sostegno economico dei frati Gabriele Allegra – spiega Marina Scardavi dell’associazione onlus – Attendiamo ormai da due anni 60mila euro da parte del Comune, ma non arriva nulla. I frati hanno finito i loro fondi, ottenuti anche grazie al Cinque per Mille, e non sappiamo come andare avanti e come aiutare più di 40 persone che trovano, in noi, un aiuto e un sostegno. Per questo abbiamo organizzato la manifestazione in Piazza Pretoria, perché vogliamo essere ricevuti dal Sindaco Orlando, chiedere a lui i chiarimenti ed illustrare il nostro grave problema”.

Accanto a loro, quindi, anche Giusi Scafidi che sottolinea la volontà “di non far inserire la Quarta Commissione in questo calderone di inefficienza degli uffici del Comune. La nostra commissione è stata più volte in prima linea per cercare di trovare una soluzione. Abbiamo incontrato gli uffici preposti al pagamento, la commissione al Bilancio e il segretario generale a cui abbiamo denunciato questo stato di inefficienza. È impensabile che da mesi le determine necessarie per i pagamenti di numerose associazioni che operano nel terzo settore, dai dormitori alle mense per i poveri, non ricevano un soldo perché le pratiche burocratiche passano da un ufficio all’altro, senza nessuna risoluzione. Il terzo settore di Palermo è in ginocchio e in quanto presidente della Quarta Commissione chiedo al Sindaco un incontro urgente, per mettere fine a tutto questo disagio.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.