Primo Piano

IL SINALP Sicilia denuncia premi ai medici dell’Inps che negano malattia e invalidità

(di redazione) Apprendiamo da alcuni mezzi di stampa che una nuova direttiva del Presidente Tito Boeri del 13 marzo di quest’anno, che ufficialmente tratta dell’efficienza dell’l’Inps, prevede il taglio sulle pensioni d’invalidità per 80 milioni di euro, 10 milioni in più rispetto al precedente anno.

Questo taglio sarà realizzato premiando, con incentivi, i medici Inps impegnati nelle commissioni invalidi, che riusciranno a bloccare più pensioni.

Inoltre apprendiamo che l’Inps ha programmato un’azione di risparmio o meglio di taglio delle pensioni d’invalidità su base regionale e per i Siciliani è previsto un taglio di 2,3 milioni di euro.

 

Taglio che, visto gli obiettivi prefissati solo a tavolino, non tiene conto se l’invalidità esiste oppure no, l’obiettivo è quello di ridurre drasticamente l’erogazione a prescindere tutto.

Fortunatamente l’Ordine dei Medici ha denunciato queste pressioni che presumibilmente saranno in capo ai medici Inps che, se confermate, sono un’aberrazione del concetto stesso del giuramento di Ippocrate.

Visto quanto successo e la gravità del progetto dell’Inps, che se attuato nella sua interezza darà un’ulteriore mazzata al già fragile e difficile tessuto sociale siciliano, invitiamo il Presidente On. Nello Musumeci, l’Assessore Regionale alla Salute On. Ruggero Razza ed il Presidente Inps Sicilia Dr. Sergio Saltalamacchia ad opporsi al diktat romano e difendere il diritto degli invalidi siciliani ad affrontare i giusti controlli delle Commissioni mediche Inps con la tranquillità che saranno visitati da medici e non da razionalizzatori della spesa sanitaria nazionale.

Invitiamo i titolari di pensioni d’invalidità e malattia di recarsi presso la nostra Sede Regionale di via G.
Serpotta 53 Palermo sinalpsicilia@gmail.com per controllare gratuitamente la loro posizione Inps ed i nostri
esperti ed il nostro ufficio legale è a disposizione per ogni azione a difesa del diritto alla vita di tutti.

Tags
Moltra altro

Articoli Correllati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.