Cinema-Teatro-Musica

Il ricordo di Vasco: “Jannacci e Califano amico e maestro”

Foto internet

Tra i tanti messaggi arrivati in queste ore in seguito alla scomparsa prima di Enzo Jannacci e poi di Franco Califano, c’è quello di Vasco Rossi, che dal suo profilo Facebook li ricorda così:  “Scompaiono due artisti bravi e diversi. Uno simpatico e caro amico, l’altro un ‘maestro'”.

“Devo molto artisticamente a Enzo Jannacci – aggiunge l’artista bolognese – e dentro il mio cuore di certo lui e Franco Califano non moriranno mai”.

“Ho scoperto Jannacci quando avevo 16 anni. Le sue canzoni in milanese mi conquistarono subito. Erano divertenti e originali. Dipingevano personaggi disperati e sfortunati. Gli ultimi, non i primi. Gli antieroi, le persone comuni (l’Armando, Vincenzina…). La sua ironia amara, la sua satira sottile, sferzante, acuta e irresistibile lo porto’ in seguito a scrivere alcuni tra i piu’ grandi capolavori della canzone italiana. ‘Vengo anch’io’, ‘Quelli che’, ‘Se me lo dicevi prima’, sono solo i primi che mi vengono in mente”.

Dal suo canale YouTube aggiunge poi il video di ‘Se me lo dicevi prima’ di Jannacci e conclude con un ‘BUONA RESURREZIONE A TUTTI!’.

Intanto è stata aperta dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e dal figlio di Enzo Jannacci, Paolo, la camera ardente allestita nel teatro Dal Verme per il cantautore scomparso venerdì. La camera ardente rimarrà aperta oggi e domani dalle 10 alle 19, mentre i funerali di Enzo Jannacci si terranno nel pomeriggio di martedì nella basilica di Sant’Ambrogio.

Invece la camera ardente di Franco Califano sarà allestita nella sala della Protomoteca in Campidoglio. Si aprirà domani mattina, lunedì 1 aprile, alle 10.00 e chiuderà alle 19. I funerali del cantautore sono previsti per martedì 2 aprile, nella Chiesa degli Artisti di Piazza del Popolo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.