CulturaPrimo Piano

Il Parlamento della Legalità vola a Bruxelles

Accogliendo l’invito dell’Europarlamentare Giovanni La Via, già Socio Onorario del Parlamento della Legalità, e del Coordinatore di questo movimento per la Provincia di Siracusa – Salvo Latino, nonché vice sindaco del Comune di Rosolini- Nicolò Mannino – Presidente del Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità da domenica sera a martedì 21 sarà a Bruxelles per presentare il progetto formativo culturale dal titolo “Il mio Paese è semplicemente Bellezza” che gode già del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministro della Giustizia, del Ministro della Difesa, del Ministro dell’Integrazione.

“Sarà un momento di crescita e di confronto- sottolinea il coordinatore Salvo Latino- poiché presenteremo il Parlamento della Legalità ai vari sindaci che saranno con noi e che rivestono un ruolo di grande responsabilità socio- culturale nella Sicilia orientale oltre a tanti amministratori che saranno con noi e che cooperano in tutta la Sicilia proprio a favore di una cultura di riscatto del territori”.

A Bruxelles il Parlamento della Legalità arriva con tutto rispetto avendo accanto un Presidente Onorario nella persona del Presidente del Senato Pietro Grasso, di una Madrina che si chiama Caterina Chinnici figlia del fondatore del pool antimafia Rocco Chinnici, e che si vanta di avere nell’equipe di Presidenza anche personalità come il Segretario Generale dell’Associazione Nazionale Magistrati Maurizio Carbone, Maria Falcone e per quanto concerne l’ambito ecclesiale guida Spirituale del Parlamento della Legalità Mons. Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale componente della Commissione Giustizia e Pace presso la Santa Sede e segretario per il mondo scuola e università presso la Conferenza Episcopale italia.

Ringraziando l’amico europarlamentare Giovanni La Via per l’opportunità concessa, Nicolò Mannino sottolinea: ” Portare le speranze, i sogni e le aspettative dei giovani al Parlamento Europeo è per me segno di grande responsabilità perché credo che la cultura della vita va difesa e tutelata in tutte le sue sfaccettature andando nei luoghi dove democrazia sviluppo solidarietà e condivisione non devono essere parole su fogli da scrivanie
bensì argomenti da tradurre nella quotidianità della vita. Ormai il Parlamento della Legalità si presenta da solo specie dopo aver costituito all’I.I.S.S. “Francesco Ferrara” di Palermo il Parlamento della Legalità Multietnico arricchito dalla presenza di giovani provenienti dalla Giordania, dalla Nigeria, dalla Tunisia, dal Marocco, Gana, Perù, Brasile, Cina, Capo Verde, ecc…”

Giorni di confronto, quindi, di dialogo , di programmazione e di intesa culturale con tanti amministratori e sindaci della sicilia che sapendo del Parlamento della Legalità a Bruxelles daranno vita a un tavolo di coordinamento dei lavori per riscattare questa meravigliosa terra di Sicilia, svegliare la Speranza in questo nostro Paese- che si chiama Italia- certi di quello che dissero Uomini liberi come Falcone ” La mafia è un fenomeno umano e come tutto ciò che è umano ha un inizio e una fine” per poi far capo a Borsellino. “Questa terra un giorno sarà Bellissima “. Noi ne siamo certi, convinti che- come sottolineava Rosario Livatino- “Quando moriremo non ci verrà chiesto se siamo stati credenti bensì Credibili”-

Noi ci stiamo semplicemente provando…e anche a Bruxelles lo dimostreremo raccontando, proponendo e siglando impegni a favore di chi “non ha voce ma dignità”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.