Primo Piano

Il Parlamento della Legalità Internazionale sbarca al Carcere Malaspina per rieducare alla vita sul sentiero della speranza

da sinistra Francesco Cerami commissario coordinatore penitenziario, comandante del reparto dell’IPM Palermo, Salvatore Sardisco vice presidente del Parlamento della legalità internazionale , la dott.ssa Rosanna Gallo, Direttore Centro per  la Giustizia Minorile Regione Sicilia, Nicolò Mannino Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale , la dott.ssa Clara Pangaro Direttore IPM di Palermo

(di redazione) Dalla sede di presidenza del parlamento della legalità di monreale l’abbraccio della solidarietà e della fraternità si estende sino al carcere Malaspina di Palermo per portare un progetto culturale, una carezza e un gesto concreto di solidarietà a quegli adolescenti e giovani vittime del loro gesto di violenza che priva ogni affetto e ogni inno di vita.

Salvatore Sardisco vice presidente del parlamento della legalità si è cosi confrontato con il dottor Francesco Cerami Comandante del Reparto dell’IPM di Palermo ( che ben conosce le finalità e gli obiettivi del movimento benedetto da Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di monreale e guida spirituale di questa realtà che ha già grande consenso su territorio nazionale) e il dialogo che porta a un’intesa culturale tra le due realtà ( centri di recupero minorile in sicilia e parlamento della legalità internazionale ) è già una bella realtà culturale.

Il Presidente del parlamento della legalità internazionale Nicolò Mannino e il vice Salvatore Sardisco sono stati accolti al carcere “malaspina ” di Palermo dai massimi vertici  istituzionali chiamati a rieducare quanti in giovane età hanno commesso qualche crimine di troppo il Commissario coordinatore Penitenziario Francesco Cerami, la dottoressa Rosanna Gallo, Direttore Centro per la giustizia minorile della Sicilia. Un confronto  culturale che ha portato a coordinare n protocollo di intesa per proporre ai giovani detenuti valori ed iniziative culturali che fanno riscoprire la bellezza della vita alla luce dei valori quali la giustizia, la fratellanza, la solidarietà e l’impegno concreto e credibile per essere cittadini attivi che cooperano al bene comune.

Prossima l’insediamento di un’ambasciata della “speranza ” dove i giovani del “malaspina ” e delle altre tre centri minorili della sicilia, rifletteranno su questo valore e daranno vita a diversi laboratori culturali. Un incontro culturale che ha visto un’equipe di esperti tra direzione della giustizia minorile e parlamento della legalità internazionale mettere tanto zelo, professionalità e passione con l’occhio e il cuore rivolto ai giovani detenuti, adolescenti che si trovano in una realtà non bella e che sperano che il domani sia più roseo del presente

Nicolò Mannino prossimamente incontrerà proprio questi adolescenti e giovani finiti nel labirinto di un dolore che dietro le sbarre invocano indubbiamente  un’alba di riscatto.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.