EventiPrimo Piano

Il Parlamento della Legalità’ Internazionale all’Aquila: Una Festa con il Mondo Scuola

 

(di redazione) Un lungo applauso ha salutato l’arrivo del presidente della repubblica Sergio Mattarella, una festa con tanto di tricolore in mano che sventolava festoso in una terra dove il terremoto ha seminato dolore e panico: l’Aquila. Tanti studenti e docenti, giornalisti e dirigenti scolastici, cameramen e misure di sicurezza, tutti per far suonare la campanella di un nuovo anno scolastico ricco di buoni propositi per ricordare che “Domani è un altro giorno”.
Ad applaudire i diversi bambini che si alternano sul palco con tanta semplicità e bravura anche a delegazione del Parlamento della Legalità Internazionale composta dal professore Nicolo’ Mannino presidente del movimento culturale insieme al vice Salvatore Sardisco, la dirigente scolastica Patrizia Abate e la dsga dell’IISS “F.Ferrara ” di Palermo ( sede del Parlamento della Legalità Internazionale e Multietnico ) la dott.ssa Maria Giovanna Sparacino e la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Veneziano/Novelli ” di Monreale Beatrice Moneti.
Un pomeriggio di gioia e di entusiasmo di riflessione e di commozione quando il Presidente Mattarella ha ricordato l volto di un bambino morto nelle nostre coste e dentro la camicia che indossava aveva cucita la pagella.
Si ritorna tutti nelle proprie città, mentre la delegazione del parlamento della legalità internazionale saluta tutte le autorità partecipanti come il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale Raffaele Zarbo  che augura a tutti un meraviglioso anno scolastico in terra di Sicilia.
Si riesce a stringere la mano al Presidente della Repubblica mentre Nicolo’ Mannino regala al Capo dello Stato il libro “Profeticamente Scomodi ” presentato lo scorso sette settembre a Monreale e in questa occasione il Presidente Mattarella ha inviato un messaggio di stima e di incoraggiamento.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

11 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.