Primo Piano

Il monrealese Salvatore Sardisco accetta la carica di neo coordinatore nazionale del sindacato FSI- USAE

(di redazione) È Salvatore Sardisco, monrealese, il neo coordinatore nazionale del Corpo Polizia Penitenziaria del sindacato FSI- USAE (Federazioni Sindacati Indipendenti – Unione Sindacati Autonomi Europei).

La nomina è arrivata dalla coordinatrice e responsabile del sindacato Paola Saraceni, donna di forte impegno sociale, la quale da tempo è a conoscenza dell’impegno culturale di Salvatore Sardisco, il quale al Ministero della Giustizia riveste già il ruolo di assistente capo della Polizia Penitenziaria presso l’ufficio del Provveditorato Regionale della Case Circondariali della Regione Sicilia.

Salvatore Sardisco ha accolto la proposta di nomina e ha accettato attraverso un messaggio inviato a Roma in sede FSI-USAE:

“Sarò al fianco di tanti colleghi, ha detto Salvatore Sardisco, facendo mie le loro esigenze e facendo sentire nelle sedi opportune tutti i bisogni e le interpellanze di chi attende un supporto serio ed efficace vista la delicatezza dell’azione formativa della Polizia Penitenziaria”.

Tante le congratulazioni e gli auguri arrivati al neo coordinatore di un sindacato che ha da sempre ha avuto a cuore i bisogni dei cittadini in tutti i settori del mondo lavorativo. Una voce che richiama diritti e doveri per il bene di tanti lavoratori che chiedono di essere ascoltati.

“In tempi brevi,conclude Salvatore Sardisco, convocherò un tavolo di lavoro per un confronto, una conoscenza e un dialogo aperto con tutti coloro che fanno parte della Polizia Penitenziaria e insieme faremo udire le nostre voci che saranno solo una: quella che chiede diritti e doveri, sensibilizzazione verso il personale e principalmente rispetto e incoraggiamento  verso un lavoro delicato che ci vede a fianco di detenuti ma principalmente non far sentire soli i diversi operatori che nelle case circondariali non sempre vivono in un clima sereno. Insieme è possibile trovare soluzioni che danno maggiore solarità e consistenza a un meraviglioso corpo come quello della Polizia Penitenziaria”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.