Cinema-Teatro-Musica

Il groove di Giambruno per un tributo a Joe Henderson domani al Blue Brass

E’ un evento, di quelli che contano. Uno perché il nome in questione è fra quelli che hanno messo il marchio sulla musica jazz; due perché chi ne interpreterà le note è una delle promesse non più promesse con più groove al momento in circolazione.

Il primo nome è quello di Joe Henderson, il secondo quello di Claudio Giambruno. Le loro musiche saranno le protagoniste di un concerto in programma venerdì 24 aprile allo Spasimo di Palermo (Ore 21.35)

“Con questo concerto – racconta il giovane sassofonista – ripercorrerò il suo intero cammino discografico, dall’etichetta Blue Note alla prestigiosa Verve con cui registrò lavori di irraggiungibile bellezza come Lush Life (con winton marsalis) e Double Rainbow”.

Claudio Giambruno, con la formazione composta da Giovanni Conte al pianoforte, Giovanni Villafranca al contrabbasso, Antonio Leta alla batteria e Daniela Spalletta alla voce ha vinto il Premio Nazionale delle Arti 2013 nella sezione Jazz, il riconoscimento accademico più importante fra i conservatori.

Per il concerto al Blue Brass ci sarà anche un ospite d’eccezione, il flicornista Vito Giordano. Ed oltre al tributo chissà che non ci scappi anche qualche composizione originale. Vedrete di che pasta è fatto il quartetto di Giambruno.

Il costo del biglietto è di 12 euro. Per evitare disagi, si raccomanda di munirsi del tagliando dal sito www.ticksweb.com.

Ulteriori informazioni sul sito www.thebrassgroup.it

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.