Cronaca

Il giallo di don Corsi: la Curia smentisce le dimissioni del prete

Don Piero Corsi, foto internet

Don Piero Corsi, il prete che ha scatenato polemiche dopo il volantino sulla violenza alle donne, con un ‘mea culpa’ annuncia che mette da parte la tonaca, abito del quale si sente “indegno”.

“Con queste poche righe – dopo una notte insonne per il dolore ed il rimorso per la giusta polemica causata dalla mia “imprudente provocazione”, nel rinnovare ancora più sentitamente le scuse non solo a tutte le donne colpite dal mio scritto ma anche a tutti coloro che si siano sentiti offesi dal mio operato o dalle mie parole, in primis il giornalista verso il quale, in un momento di ira, ho proferito quella ignobile parola – voglio comunicare che ho deciso di mettere da parte l’abito talare, – scrive in una lettera aperta – del quale mi sento indegno, nella speranza che la riflessione e la penitenza mi consentano un giorno di riconquistare quella serenità che ho oggi innegabilmente smarrito”.

Le parole di don Piero Corsi, però, non trovano la conferma in quelle dalla Curia della Spezia: “Non è assolutamente vero”, spiega il portavoce del vescovo. “Nega di aver scritto la lettera, prenderà qualche giorno di ferie”

Fonte Adnkronos

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.