Moda-Società-Gossip

Il clone di Justin Beiber: Toby Sheldon si sottopone a 40 interventi chirurgici

Foto internet

Si chiama Toby Sheldon il ragazzo di Los Angeles che, ossessionato dal suo mito americano, Justin Bieber, ha sottoposto il suo fisico a 40 interventi chirurgici. Bieber è uno dei protagonisti del momento nello sfondo musicale americano, ma quello che interessa a Sheldon non è il suo talento musicale, ma il suo bel visetto tanto amato dalle teenagers.

Il ragazzo ha affermato in un intervista rilasciata al quotidiano britannico Daily Mail “Non ascolto necessariamente la sua musica e lo adoro come una celebrità ma il suo viso è così perfetto che ogni cambiamento che ho fatto l’ho basato su questo”.

Ma gli interventi iniziano un po’ di tempo fa. Il ragazzo ha oggi 30 anni e afferma di aver iniziato il suo cammino verso il cambiamento all’età di 23 per prevenire la caduta dei capelli, ma il primo intervento, costatogli 8.000 dollari, non lo lasciò per niente soddisfatto. Nel 2008, con l’ascesa di Bieber, Sheldon trova finalmente il suo modello estetico di riferimento e decide di mostrare al chirurgo l’immagine della star americana.

Il problema non furono più soltanto i suoi capelli, ma anche e soprattutto il suo viso. Dal quel momento in poi non sarebbero mancati gli appuntamenti col bisturi e tra iniezioni di botox alla fronte, alle palpebre e alle labbra il ragazzo si sentì sempre più soddisfatto della sua somiglianza con il diciannovenne idolo delle ragazzine.

Toby non ha badato a spese, la cifra totale ammonta infatti a 100.000 dollari, ma il ragazzo non sembra per niente preoccupato anzi ha detto al Daily Mail “Adesso gli assomiglio veramente e non potrei essere più felice”.

Dopo l’uomo filippino che dal 1995 si sottopone a innumerevoli interventi chirurgici per somigliare a Superman e la ragazza americana che spende 37.000 euro per rendersi uguale a Pamela Anderson anche Justin Bieber può vantarsi di avere un clone in giro per il mondo.

Ornella Caiolo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.