CronacaPrimo Piano

Il ciclone Nilam devasta l’India: bilancio salito a 28 morti

Ciclone Nilam. Foto Internet

Un nuovo ciclone sta devastando l’India: il suo nome è Nilam ed alla popolazione è costato finora 28 morti e più di 70mila sfollati.

I numeri di questo bilancio, che continua a crescere al passare delle ore, rappresentano bene la situazione tragica che lo stato di Andhra Pradesh, nell’India meridionale, sta in questo momento attraversando. Il ciclone tropicale ha infatti portato con sé incessanti piogge, che hanno devastato raccolti ed infrastrutture, tra cui strade e linee ferroviarie. Si pensi che in alcune zone le precipitazioni hanno raggiunto i 250mm, con punte di 350mm.

Il vento, fino a 100 km/h, ha poi distrutto circa 1.500 case, in particolare nei distretti di Visakhapatnam, Godavari, Krishna, Guntur e Khamman. La stima degli sfollati si aggira intorno ai 70mila, ma nelle ultime ore sarebbe aumentate a 100mila le persone spostate nei campi di accoglienza, allestiti per l’emergenza sulle zone più alte.

Le inondazioni hanno provocato non soltanto la distruzione delle abitazioni, ma anche numerose vittime: “Molti decessi registrati nel fine settimana sono stati provocati dal crollo delle case o per annegamento”- ha riferito Ratna Kumar, componente delle squadre di soccorso.

Tra le vittime, anche alcuni membri dell’equipaggio della petroliera che, durante la tempesta dei giorni scorsi, si è arenata al largo di Chennai, nello stato di Tamil Nadu.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.