CronacaPrimo Piano

Il caso della pubblicità in Cattedrale. “Verificare legittimità”

Foto Facebook di Giovanni Villino

La facciata della cattedrale di Palermo diventa tema di scontro a causa dell’enorme cartellone pubblicitario appeso proprio sul portico. Si tratta di un poster della compagnia telefonica Fastweb. collocato nell’ambito di un accordo tra la Curia e la concessionaria di pubblicità Vat srl.

Attraverso il suo account Twitter, Fastweb “precisa che non ha mai acquistato quello spazio” e annuncia che “è stato intimato alla concessionaria inadempiente di rimuovere l’impianto pubblicitario entro domani”.

Ma la Vat replica: “Quella pubblicità ci è stata inviata da Fastweb sulla base di un contratto ben preciso. Di certo, non ce la siamo inventata. E non ci è giunta nessuna richiesta di rimuoverla, quindi domani sarà ancora lì”.

L’Assessore alle attività produttive Marco Di Marco, di concerto con il Sindaco, ha chiesto agli Uffici competenti una urgente relazione di verifica sulla legittimità degli impianti pubblicitari realizzati sulla facciata della Cattedrale, disponendo “l’immediata revoca di eventuali autorizzazioni rilasciate in violazione del Regolamento comunale e/o prive del Nulla Osta della Sovrintendenza per i beni culturali.”

“Proprio in questi giorni in cui siamo impegnati nel recupero del decoro di tutti i monumenti cittadini – ha affermato l’Assessore Giambrone – è importante che non vi siano utilizzi non avallati dalle Autorità competenti in materia di tutela dei beni monumentali.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.