CulturaPrimo Piano

“Il cammino di Dante in Sicilia” fa tappa a Castrofilippo con due spettacoli

Il viaggio di Dante Alighieri attraverso i tre Regni dell’Oltretomba raccontato alla maniera degli antichi cantastorie. Tano Avanzato, nella sala convegni della Biblioteca comunale, interpreterà “Il cammino di Dante in Sicilia”, un viaggio di parole e immagini attraverso l’Inferno, il Purgatorio ed il Paradiso per salire alle Stelle. L’appuntamento è per giovedì alle 10,00; lo spettacolo verrà replicato alle 19,00.

Si tratta di un percorso letterario che si sviluppa mediante un percorso narrativo fatto di parole ma anche e soprattutto di immagini di opere pittoriche che immergono nelle atmosfere dell’itinerario dantesco e che portano ad incontrare molti di quei personaggi di cui parla Dante nella cronaca del suo straordinario viaggio in una sequenza di pitture murali e illustrazioni proiettate su schermo, che restituisco fedelmente le atmosfere della Divina Commedia.

Un viaggio che comincia con questa premessa: “Per migliorare l’umanità è necessario parlare alla ragione e al sentimento, cantare la bellezza delle conquiste intellettuali, morali e religiose, poiché l’uomo non è soltanto un essere razionale, ma è dotato di intelletto e amore, idee, rivestite di passione ed entusiasmo, di gioia e di pietà, di fervida tensione morale”.

“Scopo dichiarato dello spettacolo “Il cammino di Dante in Sicilia” è quello di fornire uno spunto di riflessione culturale ed avvicinare, in tal modo, tutta la popolazione di Castrofilippo al più grande poeta italiano – dichiara Giuseppe Ippolito, assessore alla Cultura, arte, istruzione, politiche giovanili e integrazione sociale del Comune di Castrofilippo. Si tratta quindi di un’azione di divulgazione della creazione poetica probabilmente più importante della letteratura mondiale portata avanti grazie all’utilizzo di un linguaggio semplice, affascinante e accessibile a tutti.

L’evento è stato fortemente voluto dall’Amministrazione per far scoprire e riscoprire quello che l’opera dantesca contiene in termini di conoscenza dell’uomo e dell’umanità. Perché se è vero che la Divina Commedia è il racconto di un viaggio attraverso i regni dell’Oltretomba ¬– conclude l’assessore Giuseppe Ippolito – è altrettanto vero che questo viaggio è un itinerario dentro l’uomo”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.