Economia & Lavoro

I progetti di AnciSicilia a sostegno dei comuni

Potenziamento delle fasi di accertamento e di riscossione dei tributi locali con interventi mirati in grado di offrire un sostegno alle amministrazioni comunali per acquisire nuove risorse finanziarie e contribuire alla lotta all’evasione-elusione fiscale. Questi i principali obiettivi dell’azione intrapresa dall’AnciSicilia attraverso i protocolli d’intesa stipulati con l’Ordine degli Ingegneri, il Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica dell’Università degli Studi di Palermo e l’Agenzia delle Entrate- Territorio.

Una collaborazione finalizzata a coinvolgere i comuni siciliani in un percorso virtuoso per ridurre la dipendenza dai trasferimenti statali e regionali e per pianificare l’applicazione del federalismo fiscale in Sicilia.

E proprio per rendere ancora più funzionali e concrete le finalità dei tre accordi l’AnciSicilia darà vita, nelle prossime settimane, a tavoli tecnici e gruppi di lavoro che, relativamente ai protocolli stipulati, cercheranno di fornire alle amministrazioni nuovi strumenti orientati a reperire risorse in grado di alimentare le entrate.

“In Sicilia – spiegano Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente vice presidente vicario e segretario generale dell’AnciSicilia – soprattutto i bilanci dei piccoli comuni dipendono dai finanziamenti erogati dal governo nazionale e regionale e, in più, le entrate che derivano dai tributi locali non sono per nulla sufficienti. La nostra Associazione, proprio per aiutare i comuni a superare situazioni di grave disagio, vuole fornire strumenti adeguati per potenziare la riscossione e l’accertamento dei tributi locali con l’obiettivo di aumentare le risorse destinate ai servizi essenziali e nell’ottica di una piena applicazione del federalismo fiscale”

“D’altro canto – concludono Amenta e Alvano – in sede parlamentare il governo nazionale sta lavorando alla riforma del Catasto che prevede proprio un maggiore coinvolgimento dei comuni nella gestione degli immobili presenti nel territorio”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.