Cinema-Teatro-Musica

I nomi della giuria internazionale del Sicilia Queer FilmFest 2013

Paul Vecchiali, foto ufficio stampa

Paul Vecchiali, regista, produttore indipendente e critico dei Cahiers du cinéma, presiederà a Palermo la Giuria della terza edizione del Sicilia Queer FilmFest.  Al suo fianco, a completare la cinquina dei giurati, la regista tedesca Hella Wenders, il performer svizzero Damien Modolo, lo psicoterapeuta Vittorio Lingiardi e il vincitore della scorsa edizione del SQFF, il regista austriaco Manfred Rott.

“Ancora una volta una giuria di grande caratura per il Sicilia Queer filmfest” afferma il direttore artistico Andrea Inzerillo, che farà incontrare a Palermo età diverse della storia del cinema e della cultura in generale, provenienti da cinque paesi diversi. Una conferma dell’apprezzamento per il lavoro che stiamo portando avanti e che ci porterà a una terza edizione da non dimenticare”.

Il Festival si svolgerà dal 31 maggio al 6 giugno 2013 a Palermo nell’anno in cui la città sarà sede della manifestazione nazionale del Pride. Il programma, che sarà annunciato a breve, si arricchisce quest’anno di una nuova iniziativa realizzata  in collaborazione con l’Università di Palermo, la “Summer School sulle differenze e le identità plurali“, sulle differenze di genere e di orientamento sessuale che intende rappresentare un ulteriore momento di approfondimento teorico rivolgendosi principalmente a studenti provenienti da tutta Europa. Info: summerschool@siciliaqueerfilmfest.it .

 Giuria Internazionale del Sicilia Queer filmfest 2013

Paul Vecchiali (Ajaccio, 1930), già insegnante, critico dei Cahiers du cinéma e produttore indipendente, oltre che, occasionalmente, attore, esordì all’inizio degli anni Sessanta in più generi con originale realismo e finezza nell’analisi dei sentimenti. Tra i suoi film: Femmes, femmes (1974); Corps à coeur (1979); Encore/Once more (1987); Zone franche (1996); À vot’ bon coeur (2004); Dis-moi (2006). Il suo cinema è stato un punto di riferimento costante per registi come Truffaut, Godard, Pasolini.

Damien Modolo (Losanna, 1987) segue una formazione di teatro al Théâtre Populaire Romand e di musica al conservatorio a La Chaux-de-Fonds in Svizzera. Si laurea all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna in DAMS, specializzazione teatro, con una tesi su John Cage “Le performance di John Cage : pratiche epifaniche del mondo”.

In quel contesto, entra in contatto con le realtà dell’arte contemporanea e del cinema sperimentale. Ha lavorato per Cosimo Terlizzi come performer, soggetto fotografico e attore in Folder (2010) e L’uomo doppio (2012). Vive e lavora a La Chaux-de-Fonds in Svizzera.

Hella Wenders (Münster, 1977), dopo aver lavorato come assistente fino al 2003 (collaborando anche con il Festival internazionale del cinema di Berlino), ha realizzato opere presso la Deutsche Film- und Fernsehakademie di Berlino per quattro anni. Tra i suoi lavori Marisol, Eir Sonntag im Winter, e un documentario, Shooting Palermo, sulla realizzazione del film Palermo Shooting di Wim Wenders. Con il suo documentario Berg Fidel, ha vinto nel 2011 il premio principale Lüdia del festival Kinofest Lünen.

Vittorio Lingiardi (Milano, 1960), psichiatra, psicoterapeuta e docente di Psicologia Dinamica presso l’Università La Sapienza di Roma, ha dedicato studi importanti ai temi dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale. Di recente Il Saggiatore ha ripubblicato il suo Citizen Gay. Affetti e diritti (2012).

Manfred Rott (Hall in Tirol, 1970) ha studiato affari internazionali all’Università di Innsbruck, ma ha scoperto a Parigi il suo amore per  il cinema e ha studiato presso la prestigiosa scuola di cinema FAMU di Praga. Selezionato alla Berlinale Talent Campus, il suo cortometraggio Utopies ha vinto la seconda edizione del concorso internazionale Queer Short del Sicilia Queer filmfest.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.