Spazio Libero

Gridiamo ai nostri parlamentari: “Noi siamo di più!”

Fonte della Foto: www.oltrelacoltre.com

Che cosa ne pensate se sulla falsariga della Rivoluzione Silenziosa Islandese ci recassimo a turno ogni giorno a migliaia davanti al Parlamento, ci sedessimo per terra e sbatacchiando pentole e padelle ci facessimo sentire rumorosamente dai nostri sordi parlamentari al grido di: “Noi siamo di più!”?

Varrebbe per tutte le volte che non ci hanno ascoltato, noi a milioni e loro quattro gatti, resi potenti però dal nostro voto e dalla nostra disattenzione e disinformazione nel votarli e poi non controllarli a dovere nel loro operato! Gli spagnoli dicono: “Que son màs!” “Noi siamo di più!” Forti di tale consapevolezza, sicuri di essere ascoltati chiederemmo con forza e ad oltranza:

  • Una Reale Indipendenza dell’Informazione per una Reale Democrazia togliendo ai privati la pericolosa piena proprietà dell’informazione ed eliminando intanto il Finanziamento Pubblico all’Editoria Privata e scongiurando la vergognosa Lottizzazione della RAI.
  • Una Legge Elettorale che coniughi democraticamente Volontà Popolare e Governabilità e non la volontà dei partiti di autoperpetuarsi senza alcun merito.
  • Rispetto della Volontà Popolare espressa attraverso i Referendum, ad esempio quella riguardante l’Acqua Pubblica e l’Abolizione del Finanziamento Pubblico dei partiti.
  • Referendum Propositivi e senza Quorum.
  • Una legge che risolva definitivamente il devastante (per la democrazia innanzitutto) Conflitto d’Interessi.
  • Abolizione dell’iniqua e antidemocratica Legge Gasparri.
  • Efficaci Leggi Anticorruzione e Antievasione Fiscale; insieme ci costano intorno ai 300 miliardi di € annui, circa il 15 % del Pil; quante manovre lacrime e sangue in meno! In tal modo si possono pure ridurre le tasse di noi comuni cittadini.
  • Tagli significativi alla casta, cioè ridurre della metà i parlamentari, i loro esagerati stipendi ed eliminare le diarie. Eliminare poi quasi del tutto le auto blu: noi normali cittadini ci rechiamo al lavoro coi nostri mezzi, la nostra benzina e senza autista, eppur guadagniamo, quando ci va bene, 1/20 rispetto a loro.
  • Introdurre una Giusta Patrimoniale affinché chi ha di più contribuisca di più alle spese dello Stato.
  • Mettere un tetto di dignitosissime 6 mila € mensili alle pensioni d’oro con un risparmio di circa 15 miliardi di € annui.
  • Non comprare i 90 Caccia F35 che ci costeranno 16,5 miliardi di €.
  • Non spendere circa 19 miliardi di € annui per i prossimi 12 anni in inutili armamenti.
  • Mettere all’Asta le Frequenze Televisive.

Con tali serie leggi e giusti tagli si potrebbero evitare quelli iniqui e disastrosi alla Scuola Pubblica, alla Cultura, alla Sanità Pubblica, alla Giustizia e alle Forze dell’Ordine, all’Occupazione, ai Redditi delle Famiglie sempre più indebitate, e si potrebbe ridurre il nostro gigantesco Debito Pubblico che ammonta a quasi 2 mila miliardi di €.

In tal modo tutto funzionerebbe meglio, dalla Scuola Pubblica alla Sanità Pubblica, dalla Giustizia alla Pacifica Convivenza Sociale invece che alimentare i Conflitti Sociali. Come stupidi ci facciamo guerre fra poveri per le “briciole e le ossa” che ci hanno lasciato, ci fanno litigare e scannate come i cani mentre loro si sono riservati e mangiati la “carne migliore”!

Solo se sapremo chiedere con forza e attuare quanto elencato sopra potrà iniziare una vera Ripresa dell’Economia Reale fatta di Produzione di Beni e non quella costituita da Finanza Selvaggia e Spread. Quest’ultime badano soltanto a produrre Soldoni fini a se stessi, cioè finalizzati alla loro infinita automoltiplicazione a discapito della stragrande maggioranza dei cittadini. I pochi Paperoni dell’Italia e del mondo, coi dollaroni o gli euroni stampigliati sugli occhi come simbolo della loro insaziabile ingordigia e avidità, ci stanno togliendo il presente e soprattutto il futuro! A noi e ai nostri figli!

Allora, che ne dite? In Italia ci sono circa 8000 Comuni. Basterebbe organizzarsi con intelligenza e partire ogni giorno per Roma a turno e ad oltranza a migliaia. Dividendoci le fatiche e le spese, con una media di due persone al giorno per Comune, potremmo arrivare in 16 mila o giù di lì a Roma davanti il Parlamento; e vincere perché “Noi siamo di più!”

Angelo Lo Verme

I vostri post su Il Moderatore.it? Inviateli a redazione@ilmoderatore.it

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.