CronacaPrimo Piano

Gratta e vinci falsi: 50 denunce a Palermo

Oltre 50 persone sono state denunciate dalla Guardia di Finanza di Palermo per aver contraffatto i cosiddetti biglietti «gratta e vinci». L’operazione è cominciata diversi mesi fa e i finanzieri hanno scoperto che le persone coinvolte tentavano di incassare gli importi tramite banche e agenzie specializzate.

I biglietti vincenti andavano da 5000 a 500 mila euro. La contraffazione dei gratta e vinci avveniva attraverso l’uso di tagliandi reali che venivano modificati con l’aggiunta di numeri o simboli inesistenti.

Le banche incaricate del pagamento si avvalgono di strumenti informatici per verificare i codici di controllo dei vari tagliandi, rivelando in questo modo se il biglietto è vincente e il relativo importo.

La spiegazione sulla modalità di acquisto dei biglietti dalle persone coinvolte è simile per tutti: si facevano dare i tagliandi vincenti da gente incontrata per caso che per la fretta o per l’impossibilità di attendere tempi più lunghi per l’incasso li cedevano in cambio del prezzo originale del gratta e vinci o qualcosina in più.

Le ipotesi di reato per le persone denunciate sono tentata truffa e acquisto di cose di sospetta provenienza.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.