Televisione

Grasso a ‘Piazza Pulita’: “Travaglio ha sporcato la mia carica istituzionale”

(foto da internet)

Il presidente del Senato Pietro Grasso, ospite ieri sera della trasmissione ‘Piazza pulita’ su La7, ha risposto alle accuse mosse nei suoi confronti da Marco Travaglio durante la puntata di ‘Servizio Pubblico’ di giovedì scorso. L’ex procuratore antimafia ha chiarito di non aver nulla da temere: “Sono una persona perbene, con la coscienza pulita. La vita è sempre un momento di confronto, nelle parole di Travaglio ho sentito che la mia nuova carica istituzionale veniva sporcata, opacizzata da accuse che è difficile contrastare perché basate su fatti generici.” Travaglio ha criticato Grasso in merito al suo ruolo nell’antimafia, sui presunti contrasti con i Pm: “Una delle accuse che mi ha ferito maggiormente – spiega Grasso – è che io abbia fatto accordi con il potere per avere delle leggi in mio favore. Una cosa assurda. Io non ho mai ottenuto niente, ottenere significa richiedere. Non avendo chiesto niente a nessuno, nessuno ha mai potuto chiedere niente a me.”

Marco Travaglio si riferiva alla cosiddetta legge anti-Caselli che avrebbe spianato la strada a Grasso alla guida della procura antimafia: “C’è stato un momento in cui il Csm avrebbe potuto deliberare prima che l’ordinamento dell’allora Guardasigilli Castelli fosse promulgato” ha precisato Grasso.
Parole importanti poi Grasso le ha pronunciate in merito alla trattativa Stato-mafia: “La cosa peggiore per un magistrato è avere delle intuizioni e non poterle provare. Ma sino a quando non ho le prove, io non parlo e non ne parlerò neanche stasera. La trattativa comporta una conclusione con un accordo e questo forse deve essere ancora pienamente dimostrato. Sono convinto che ci siano cose ancora più grosse, più gravi da scoprire che non una trattativa che ponga al centro il 41 bis.”
Travaglio giovedì scorso ha fatto riferimento anche a una presunta ‘medaglia’ che l’ex procuratore antimafia avrebbe voluto assegnare a Silvio Berlusconi, in merito alle battaglie condotte contro la mafia dal suo governo: “Ho sempre avuto l’onestà intellettuale di riconoscere le azioni positive degli altri, e durante il governo Berlusconi cose positive sono state certamente fatte – ha detto Grasso – Ero ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ e lì mi è stato chiesto se avrei dato una medaglia per il sequestro dei beni mafiosi e ho risposto che l’avrei assegnata senza nessun problema. Ma attenzione: noi chiedevamo anche altre cose che durante il governo Berlusconi non sono state fatte, come la norma sull’antiriciclaggio. Tant’è vero che appena entrato in Senato la prima cosa che ho fatto è stata quella di depositare proposte di legge sul conflitto di interessi, sulla corruzione e sul falso in bilancio.”
Marco Travaglio ha fatto sapere di aver guardato la trasmissione e che sulla vicenda dirà tutto giovedì sera negli studi di ‘Servizio Pubblico’.

Francesco Agliata

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.