Primo PianoVinitaly

“Gli italiani restaurano la Sicilia” e “Diodoros”, presentati 2 progetti al Vinitaly

Parte  il  progetto “Gli italiani restaurano l’Italia – la Sicilia” che è stato presentato ieri, domenica 6 aprile, dall’assessore regionale ai beni culturali Mariarita Sgarlata, al “Vinitaly 2014” di Verona, nella sala business del padiglione Sicilia. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione onlus “Amo l’arte, Amo l’Italia” in collaborazione con l’assessorato ai Beni culturali e con il patrocinio dell’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia (IRVOS).

L’assessore  Sgarlata ha stipulato nel mese di febbraio 2014 una convenzione con l’associazione “Amo l’Arte, Amo l’Italia Onlus” , finalizzata al sostegno dei costi per  il restauro ed il recupero alla fruizione di beni culturali  siciliani attraverso il contributo di imprese vitivinicole operanti nel territorio.  L’associazione “Amo l’Arte Amo l’Italia Onlus” nasce per dare vita ad un nuovo progetto, “Gli italiani restaurano l’Italia”, il cui scopo è quello di raccogliere fondi attraverso l’abbinamento Eccellenze – Arte e contribuire quindi, in collaborazione con le strutture istituzionali, alla tutela, salvaguardia e restauro del patrimonio storico-artistico italiano.

Dalla convenzione è nato il progetto “Gli italiani restaurano l’Italia – la Sicilia”, che coinvolgerà  i produttori vitivinicoli siciliani. Le cantine che aderiranno, destinando pochi centesimi per ogni bottiglia di vino venduta, contribuiranno a creare un fondo da devolversi al restauro di alcuni beni del patrimonio culturale siciliano, che verranno presentati con gli importi relativi nel corso della conferenza stampa.

Sempre nella sala business, inoltre, l’assessore Sgarlata ha presentato “Diodoros: il Vino della Valle”, un progetto nato dal connubio tra  archeologia,  turismo rurale ed eno-gastronomico.  “Diodoros – il vino della Valle”  è  il frutto di una convenzione firmata dall’Autorità del Parco della Valle in collaborazione con le strutture produttive del territorio, per riprendere la coltivazione della vite nelle aree demaniali del Parco della Valle dei Templi. Sono intervenuti, tra gli altri, Dario Cartabellotta,  assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, Giuseppe Parello, direttore generale del Parco della Valle dei Templi, Giovanni Greco, presidente di Viticultori Associati Canicatti, Lucio Monte, direttore dell’IRVOS.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.