Politica

Giustizia nissena, interrogazione scritta di Daniela Cardinale

Daniela Cardinale

Il PD di Caltanissetta, raccogliendo l’appello della Camera Civile di Caltanissetta che con deliberato del 26/09/2013 invitava tra gli altri le forze politiche a farsi carico delle gravi attuale disfunzioni della Giustizia nissena, ha sollecitato l’intervento dell’On.Le Daniela Cardinale.

La parlamentare, ancora una volta, mostratasi attenta alle istanze del territorio e sensibile alle problematiche della Giustizia locale, ha presentato nella giornata di martedì 12/11/2013 al Ministro della Giustizia una interrogazione parlamentare.

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Al Ministro della Giustizia

Premesso che:

la Camera Civile di Caltanissetta con deliberato del 26/09/2013 ha lamentato che sono stati trasferiti 11 magistrati togati e che attualmente la sezione civile del Tribunale su 10 magistrati previsti in pianta organica conta solo 3 magistrati in servizio;

il trasferimento di sette magistrati ha comportato la quasi paralisi dell’attività giudiziaria del Tribunale Civile di Caltanissetta;

attualmente dette assenze comportano un ritardo superiore a due anni nella definizione dei giudizi di primo grado;

il ricorso all’utilizzo dei Giudici Onorari non si appalesa quale rimedio idoneo a risolvere il grave problema creatosi;

attualmente la situazione non è migliore presso la sezione Civile della Corte di Appello ove i tempi per la definizione dei giudizi di secondo grado si sono notevolmente allungati a causa del carico pendente e della sopravvenienza di numerosissimi giudizi di equa riparazione;

in conseguenza di ciò l’amministrazione della Giustizia Civile a Caltanissetta è gravemente deficitaria con irreparabili danni alla popolazione nissena ed agli utenti;

il Distretto della Corte d’Appello di Caltanissetta costituisce eccezionale baluardo per la lotta alla criminalità organizzata e per la riaffermazione della legalità;

le carenze avanti manifestate pongono in essere una situazione di pericolo che potrebbe, in caso denegata giustizia, far rivivere sopiti interessi malavitosi;

quali iniziative intende assumere il Ministro della Giustizia al fine di ripristinare la normale e regolare funzionalità degli Uffici Giudiziari della Corte d’Appello, nonché quali immediate iniziative intende attuare affinché il CSM intervenga con provvedimento atto ad evitare perniciose vacanze dell’organico del Distretto della la Corte d’Appello di Caltanissetta.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.