PoliticaPrimo Piano

Giovanna Marano replica a Breda

Giovanna Marano (foto Internet)

E’ fuori luogo e totalmente schizofrenica la valutazione di Augustin Breda, che si permette di etichettare la sconfitta della coalizione da me rappresentata come un risultato indirettamente attribuibile alla Fiom”. Lo afferma Giovanna Marano, candidata alla presidenza della Regione Sicilia con le liste LiberaSicilia e Idv.

“Augustin Breda sa bene che, dal momento in cui mi sono dichiarata disponibile come candidata alla presidenza della Regione Sicilia, per fatti ben noti e con entusiasmo, sono automaticamente decaduta da ogni incarico sindacale in Fiom – aggiunge – Inoltre, la coalizione che ho rappresentato, ha una sua storia e una sua chiara connotazione, precedente al mio arrivo nella competizione elettorale”.

“Mi chiedo – conclude Giovanna Marano – a nome di chi e a che titolo parli Breda, considerata la recente, imbarazzante e faziosa presenza della segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, a sostegno della candidata Mariella Maggio, segretaria generale uscente della Cgil siciliana, candidata nel listino di Crocetta in extremis. Peraltro, dalla Cgil siciliana è pervenuta, anche tre anni or sono, la candidatura del segretario generale a europarlamentare nelle file del Pd, sponsorizzata dalla presenza dell’allora segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani”.

“Come mai Augustin Breda non fa una valutazione politica sulla Cgil e il suo rapporto con il Pd, vista la mancata elezione del candidato al parlamento europeo e anche alla luce, oggi, delle deludenti performance elettorali di Mariella Maggio?”.

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.