Sport

Gilardino: “Palermo città molto bella. Palermitani? Gente sincera e passionale”

gilardino

Alberto Gilardino, intervistato in esclusiva dal Sito Ufficiale del Palermo ha tracciato un bilancio dei suoi primi mesi qui a Palermo. “Mi sono ambientato, è vero c’è voluto un po’ di tempo rispetto al resto della squadra per trovare la condizione, ma ho avuto la fortuna di trovare un gruppo unito che mi ha fatto sentire subito a casa nonostante fossi arrivato solo negli ultimi giorni di mercato. La società si è comportata molto bene con me- continua Gilardino – questo mi ha permesso di entrare subito nei meccanismi della squadra e mettere minuti sulle gambe. Sono felice di questa prima parte di stagione. Abbiamo sofferto, abbiamo avuto qualche difficoltà, ma ne siamo sempre venuti fuori lavorando sodo e stringendo i denti. Questo è sinonimo che la squadra non molla, che la squadra ha dei valori non solo tecnici ma anche umani. Fattori importanti per il proseguo e soprattutto per il 2016″.

Come ti trovi a Palermo?  “Sono venuto tante volte per giocare contro il Palermo e con la maglia azzurra per affrontare delle partite, però non conoscevo né Palermo come città, né i dintorni come Mondello dove vivo. Io e la mia famiglia ci troviamo molto bene. È una città molto bella, non pensavo fosse così. Mi piace molto”. I palermitani che impressione ti hanno fatto? Ho trovato gente molto sincera, cordiale, sicuramente passionale. Gente che ha voglia e ha fame di calcio: credo che questa sia stata la fortuna negli anni importanti che ha fatto il Palermo, quella di avere avuto sempre la gente al proprio fianco al Barbera che era un fortino. Quindi spero con tutto il cuore che il nostro stadio possa tornare pieno come tanti anni fa, sicuramente tutto dipenderà da noi giocatori e dai nostri risultati, però anche grazie a loro possiamo fare tutti molto bene”.

I tanti giovani del Palermo: “Credo che il Palermo ha la fortuna, grazie anche al presidente e ai suoi dirigenti, di avere giovani sia italiani che stranieri molto bravi che hanno necessità di dover e poter crescere.Questo è fondamentale – ha proseguito l’attaccante rosa -, credo che in una piazza come Palermo ci sia anche la possibilità di fare questo ragionamento. L’importanza di Sorrentino: “Stefano è il capitano. In squadra tutti sono importanti, ma lui è fondamentale”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.