Economia & LavoroPrimo Piano

Ghana-Italy Trade and Investment Fair 2014: nuove opportunità per gli imprenditori siciliani

Il Ghana apre le proprie porte agli imprenditori siciliani grazie a nuove possibilità che si affacciano in un mercato sempre più interessante.

Già da diversi mesi, in Sicilia è attivo il “Ghana Business Forum” diretto da Francesco Campagna, che ha stretto una collaborazione con l’African International Business Consultancy per la promozione della prima fiera campionaria in Ghana dedicata esclusivamente alle imprese italiane.

In autunno è, infatti, prevista la borsa internazionale “Ghana-Italy Trade And Investment Fair 2014”, alla quale, proprio grazie a questa collaborazione potranno partecipare anche gli imprenditori e i produttori siciliani. La Fiera consta di due fasi: la prima si terrà ad Accra (Ghana) dal 20 al 27 ottobre, mentre nel marzo del 2015 l’appuntamento si sposterà in Italia.

Alla presentazione di oggi sono presenti, fra gli altri, Simon Atieku (Consigliere Commerciale dell’Ambasciata del Ghana in Italia), Linda Vancheri (Assessore alle Attività Produttive Regione Sicilia), Francesco Campagna (coordinatore del “Ghana business forum” e Console Onorario designato dalla Repubblica del Ghana per la Sicilia), Freda Cooper (African International Business Consultancy), Roberto Helg (Presidente Camera di Commercio di Palermo), Nino Salerno (Confindustria Sicilia), Salvatore Ferlito (Ance Sicilia), Gregorio Squadrito (Unicredit) e Alessio Lattuca (Confimpresa Euromed).

“Ghana-Italy Trade And Investment Fair 2014” è volta, da un lato, a consolidare i rapporti commerciali già esistenti tra i due Stati, ma soprattutto è un’occasione di grande utilità, per fornire alle aziende – anche e soprattutto siciliane – gli strumenti per la realizzazione di nuove sinergie, assicurando un’adeguata visibilità rispetto alla dinamicità imprenditoriale del Ghana, che intende accreditarsi quale possibile destinazione di investimenti per i Paesi europei.

L’incontro con il Ghana consente di realizzare occasioni d’affari di grande portata per le aziende siciliane, invitate ad assumere iniziative imprenditoriali con il supporto di selezionate aziende locali e nel più ampio contesto dei programmi di partenariato pubblico – privato; molteplici i comparti interessati, fra cui l’agricoltura, la pesca, l’industria di trasformazione, l’energia, le infrastrutture, l’edilizia, il turismo, ma anche molti altri.

Le opportunità di scambio sono anche importanti alla luce del grande numero di ghanesi residenti a Palermo. Nel capoluogo siciliano, infatti, vivono più di tremila persone provenienti dal Ghana, che è la comunità africana più numerosa in città. Attraverso i ghanesi della diaspora, peraltro, è anche possibile avvicinarsi ad un Paese in pieno sviluppo, la cui stabilità è stata da più parti riconosciuta e indicata come esempio virtuoso per molti altri Paesi africani.

Le aziende siciliane che parteciperanno al Ghana-Italy Trade And Investment Fairsottolinea Francesco Campagnaaccederanno ad una piattaforma commerciale rivolta all’intera Africa Occidentale in un contesto di rilevanti opportunità. In linea con il programma di sviluppo del Governo ghanese, particolare attenzione sarà riservata ai seguenti settori: servizi bancari, telecomunicazioni, edilizia e costruzioni, macchinari per l’industria, formazione e istruzione, industria estrattiva, petrolio e gas, energie rinnovabili, ricerca scientifica, agricoltura e agribusiness, industria di trasformazione, trasporti, turismo e industria tessile”.

L’incontro di oggi segue il forum organizzato lo scorso anno ai Cantieri culturali alla Zisa, al quale hanno preso parte tantissimi delegati e che è stata una prima occasione, per la Sicilia, di allacciare relazioni di scambio e cooperazione con il Ghana, e per gli imprenditori palermitani e siciliani, di conoscere un mercato in forte crescita come quello del Paese Africano.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.